rotate-mobile
Attualità Barzio

Due nuovi impianti di risalita in Valsassina, pioggia di euro in arrivo

Patti territoriali, oltre 33milioni tra pubblico e privato per funivia, cabinovia e opere di ammodernamento. Mauro Piazza: "Un'occasione storica grazie alla Regione"

Ben 33 milioni e mezzo di euro in arrivo in Valsassina per due nuovi impianti di risalita. Lo rende noto il consigliere regionale e sottosegretario Mauro Piazza, illustrando come saranno utilizzati i fondi stanziati da enti pubblici e da una società privata, l'Itb, in vista delle Olimpiadi invernali del 2026.

"Sono in arrivo per la Valsassina risorse emblematiche e straordinarie grazie ai Patti territoriali, uno strumento strategico di Regione Lombardia, fortemente voluto dal presidente Attilio Fontana e dall’assessore alla montagna Massimo Sertori, per lasciare un segno tangibile ai territori montani lombardi in vista delle Olimpiadi Milano Cortina 2026 - dichiara Mauro Piazza - I patti territoriali si collocano in successione a un lavoro di anni che ha visto investimenti straordinari da parte della Regione, destinate al rilancio turistico e infrastrutturale della Valsassina e del lago: bando valli prealpine, bandi aree interne, piano Lombardia/Fontana, frutto dell’attuazione della Legge 9/2020".

"Il patto per la Valsassina è un progetto per il futuro dell’altopiano, avremo due nuovi impianti di risalita principali: una nuova funivia per Artavaggio e una nuova cabinovia per Bobbio, assieme a una migliore accessibilità viabilistica nel comune di Barzio e al potenziamento del comprensorio - aggiunge il consigliere regionale della Lega - In particolare, la Regione destinerà risorse proprie per la sostituzione cabinovia va vieni di Artavaggio, il cui soggetto attuatore sarà il comune di Moggio, con un impegno di 13.500.000 di euro. Inoltre, il privato Itb investirà quasi 20 milioni di euro nell’ottica di favorire una completa destagionalizzazione del comprensorio, di cui 10 milioni del ministero del turismo per l’ammodernamento impianti di risalita di Bobbio".

Mauro Piazza, sottosegretario Regione Lombardia.

"Questa è un’operazione strategica che è frutto di un percorso di ascolto e dialogo tra enti locali che concorrono tra di loro per rendere sempre più accogliente e attrattiva la nostra valle - aggiunge il sottosegegretario - Devo i miei ringraziamenti personali per il grande lavoro alla Comunità montana, nella persona del presidente Fabio Canepari, che con un lavoro congiunto tra i Comuni e la Regione, ha trovato una sintesi, un progetto emblematico che possa rimanere per moltissimi anni e in cui tutta la Valsassina possa riconoscersi".

"Ringrazio i Comuni aderenti al Patto, Barzio e Moggio, in particolare i due sindaci Giovanni Arrigoni Battaia e Andrea Corti per aver condiviso questa scelta lungimirante che guarda oltre i propri confini in una logica di comunità che vede un ulteriore sforzo economico per il Comune di Moggio. Un ringraziamento - conclude Piazza - va agli amici Massimo Sertori e Antonio Rossi per aver guidato un percorso di condivisione con il territorio che dura da anni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due nuovi impianti di risalita in Valsassina, pioggia di euro in arrivo

LeccoToday è in caricamento