rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Attualità Valsassina / Via Fornace

Anche in Valsassina una raccolta di aiuti per l'Ucraina

Continua la mobilitazione nel territorio lecchese a favore della popolazione martoriata dalla guerra. Da oggi, sabato 5 marzo, è possibile portare beni di prima necessità nella sede della Comunità montana

Non solo Lecco città. La raccolta di aiuti umanitari per la popolazione Ucraina martoriata dalla guerra si allarga anche anche ai Comuni del territorio. Dopo il Lago e la Brianza, ecco ora una nuova importante mobilitazione anche in Valsassina, annunciata da Fabio Canepari, presidente della Comunità montana Valsassina Valvarrone Val d'Esino e Riviera.

"A seguito dello scoppio del conflitto in Ucraina, il nostro territorio intende offrire supporto e aiuto alle popolazioni colpite dalla guerra e raccogliere l’appello di solidarietà per i cittadini ucraini - dichiara Canepari - La Comunità Montana Valsassina Valvarrone Val d’Esino e Riviera, in collaborazione con i Comuni dell’Ambito di Bellano e le realtà del Terzo Settore e del Volontariato, organizza a tal fine una raccolta centralizzata di beni di prima necessità da inviare alla popolazione in difficoltà".

"È fondamentale dare una risposta concreta ed organizzata all’emergenza"

“È fondamentale dare una risposta concreta ed organizzata all’emergenza. Abbiamo quindi deciso di istituire questo centro di raccolta presso cui far confluire quanto spontaneamente donato dai cittadini o raccolto dalle Amministrazioni comunali anche presso le proprie sedi" - aggiunge il presidente della Comunità Montana, a cui si unisce la presidente dell’Ambito di Bellano, Gabriella Del Nero: "Il nostro territorio ha dimostrato in più occasioni di essere dotato di grande solidarietà e sensibilità e siamo certi lo farà anche in questa occasione".

Cosa portare e dove

Le Amministrazioni Comunali e i cittadini interessati potranno portare i generi alimentari, i prodotti sanitari e per l’igiene personale e gli indumenti presso la sede della Comunità montana - via Fornace Merlo 2, Barzio (palazzina rosa). Il materiale che si può portare è indicato in un volantino diffuso nelle scorse ore, si tratta in particolare di:

  • Cibo a lunga conservazione: pasta, riso, scatolame, zucchero, merendine e biscotti, latte in polvere, omogenizzati, cibo per la prima infanzia.
  • Materiali sanitari: bende, garze, cotone idrofilo, cerotti, disinfettanti, siringhe, guanti in lattice.
  • Materiali per l'igiene della persona: saponette, shampoo, dentifrici, spazzolini, assorbenti, pannolini per neonati, salviettine umidificate.
  • Materiale vario: biancheria intima nuova (donna, uomo, bambini), coperte, passeggini.

Il centro di raccolta sarà aperto da sabato 5 a domenica 13 marzo nei seguenti orari: tutti i giorni compresi sabato e domenica dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18; mercoledì e venerdì fino alle ore 20. Le donazioni confluiranno all’interno delle due iniziative promosse nel territorio provinciale: Serming Arsenale della Pace “Uniti per l’Ucraina” e Comunità Pastorale Beata Vergine di Lourdes di Lecco e dalla Chiesa Ortodossa San Nicola di Myra e Comune di Lecco. Per ulteriori informazioni: Contatti: 0341/910144 int. 1 - 331 235 7467 ufficiodipiano_bellano@valsassina.it.

I lecchesi si preparano ad accogliere i rifugiati: si fa rete per case e alloggi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche in Valsassina una raccolta di aiuti per l'Ucraina

LeccoToday è in caricamento