menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una fase della presentazione del rinnovato InfoPoint di Varenna

Una fase della presentazione del rinnovato InfoPoint di Varenna

Varenna, rinnovato l'InfoPoint. Manzoni: «Possediamo bellezza del borgo e del paesaggio che ci circonda»

I lavori, eseguiti dall'architetto Giulia Torregrossa, sono costati poco più di 77mila euro, in parte finanziati da Regione Lombardia

Nel fine settimana è stato presentato il rinnovato InfoPoint di Varenna, in Via IV Novembre. L’ufficio turistico, gestito dalla Pro-Loco, è punto nevralgico per il Comune di Varenna, vera porta di accesso al lago di Como, e snodo per i flussi turistici diretti verso la Valtellina e la Svizzera.

L’InfoPoint di Via IV Novembre, si trova in un edificio di rilevanza storica, costruito nel 1873 da Carolina Maumary, originaria di Francoforte e cognata di Massimo d’Azeglio, all'epoca proprietaria anche della nota Villa Monastero. Ella destinò l’edificio ad attività filantropiche e fondò l’asilo infantile, che ancora oggi è attivo al primo piano. Le stanze a piano strada, ora adibite ad ufficio turistico, hanno da sempre dato spazio ad attività istituzionali e culturali: fin dagli anni ‘20 del secolo scorso sono state luogo per lezioni di disegno tecnico e ornato, preparatorie all’avviamento lavorativo, ed in seguito hanno ospitato i corsi musicaper le opere Illi della banda locale.

InfoPoint di Varenna rinnovato: costo 77mila euro

I lavori, che sono stati diretti dall’architetto Giulia Torregrossa di Lecco e sono stati finanziati dal Comune di Varenna per un totale di 77.200 euro, tra i quali un contributo regionale di 39.900 euro, sono stati effettuati soprattutto nei locali interni, già adibiti ad ufficio turistico, al fine di migliorarne la fruibilità e l’accoglienza e valorizzarne gli elementi storico e architettonici.

In particolare, sono stati realizzati la nuova vetrata all’ingresso, la manutenzione della pavimentazione in pietra naturale, la rivisitazione dei nuovi spazi con rinnovo integrale degli arredi, il nuovo servizio per i dipendenti, gli impianti elettrici e di climatizzazione, utili anche per preservare il soffitto affrescato, e da ultimo, è stato collocato all’esterno un totem digitale informativo, funzionale alla divulgazione delle informazione turistiche negli orari di chiusura dell’ufficio. Inoltre è attivo il servizio wifi (previa registrazione) e postazioni internet.

Varenna: settantamila euro da Regione e Comune per potenziale l'Ufficio Turistico

Alla presentazione era presente il sindaco Mauro Manzoni, che ha dichiarato: «Varenna possiede la cosa più importante: la bellezza del suo borgo e il fascino del paesaggio che lo circonda. Mi piace, a tal proposito rammentare una frase pronunciata qui a Varenna, in una delle sue visite, dal Cardinale Carlo Maria Martini:

“Voi siete fortunati, ma vi ricordo che per la bellezza dei luoghi in cui vivete avrete un debito di riconoscenza in più verso il Padre eterno”.

Così la bellezza ci chiama alla responsabilità nei confronti del luogo in cui abitiamo, di cui siamo tenuti ad averne cura». Ecco quindi il senso della cartolina stampata per l'inaugurazione del nuovo ufficio turistico, che riporta, oltre allo splendido affresco dipinto sul soffitto, le significative parole del poeta Franco Arminio:

Prendi un angolo del tuo paese
e fallo sacro,
vai a fargli visita prima di partire
e quando torni.

Al termine il parroco don Angelo Viganò ha impartito la benedizione ai locali e ai presenti alla cerimonia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento