menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Edilizia storica: il Comune di Varenna approva l'innovativo Piano del colore

Lo strumento è a disposizione della popolazione per guidare le scelte cromatiche nelle ristrutturazioni delle facciate senza perdere l'identità del borgo e del suo contesto ambientale

Varenna approva le linee guida per i colori che dovranno comparire sulle facciate delle sue abitazioni. È un inno al mantenimento della propria valenza storico, architettonica e persino turistica il "Piano del colore" approvato lo scorso 5 febbraio, uno strumento che acquisisce grande utilità.

«In questi ultimi anni si è manifestata sempre più l'esigenza di dotare il nostro Comune di strumenti pianificatori migliori in grado di salvaguardare e tramandare nel tempo la sua caratteristica di borgo che lo ha reso celebre nel mondo - spiega il sindaco Mauro Manzoni - In particolare l'esperienza amministrativa ci ha convinti della necessità di avere a disposizione programmi operativi specifici in grado di ovviare alla troppa frammentazione degli interventi che man mano venivano richiesti attraverso le diverse pratiche edilizie, riguardanti in particolare il centro storico e le frazioni». 

Varenna: gli alpini di Varenna festeggiano i 100 anni della sezione, s'inaugura la lapide ai Caduti restaurata

Uno tra i temi più attuali e delicati è stato proprio quello delle scelte riguardo le cromie delle facciate che nelle ristrutturazioni in alcuni casi si sono conservate, mentre in altri sono state alterate nel tempo da interventi incongrui e non sempre adeguati alla tradizione e all'estetica del luogo. «Sappiamo che il tema del colore nell'edilizia storica, ha sempre rappresentato un argomento fondamentale per lo studio e la conservazione delle città e dei borghi di antica formazione. L'Italia in questo settore vanta innumerevoli progetti a proposito, realizzati in importanti centri civici - prosegue Manzoni - Ma è in particolare nell'ambito dei piccoli centri dove il tema del colore, nella facciata storica, ha confermato la sua particolare importanza, soprattutto legato al paesaggio. Purtroppo l'utilizzo di materiali non consoni e a volte scelte irragionevoli, ha significato la mortificazione dei valori primari degli edifici stessi, estraniandoli addirittura dai loro veri contesti ambientali, così che la sommatoria di questi interventi ha portato nel tempo allo stravolgimento dell'immagine complessiva che nei nostri borghi si era stratificata nei secoli, a seconda della loro vocazione sociale, economica e culturale».

Indagine storica dall'Ottocento

Il progetto, approvato in via definitiva dal Consiglio Comunale lo scorso 5 febbraio, tiene conto di tutto questo, tramite una approfondita e puntuale indagine storica a partire dall'Ottocento, periodo in cui risalgono i sicuri documenti che hanno configurato la nostra attuale immagine civica. «Il Piano del colore di Varenna diventa così un utile strumento che sarà messo a disposizione di tutti i cittadini, aiuto indispensabile in particolare alle diverse Commissioni ed enti di tutela, agli amministratori, all'Ufficio tecnico e ai singoli professionisti che ne potranno fare uso, snellendo e abbreviando lo svolgimento delle stesse pratiche edilizie. Una iniziativa importante che potrebbe costituire un esempio da ampliare a realtà contigue alle nostre nello spirito di collaborazione che occorrerà perseguire nei confronti delle altre Amministrazioni».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento