Dona le pizze alle persone più fragili: «Un grazie all'Italia che mi ha accolto»

L'iniziativa di Elwan Mahmoud, pizzaiolo egiziano da anni a Vercurago, durante l'emergenza Coronavirus. «Sono giorni duri, ho pensato a chi in paese è più in difficoltà e in accordo con i volontari e il Comune ho fatto recapitare loro 65 pizze»

Elwan Mahmoud insieme al suo collaboratore e ai volontari di Vercurago.

«Ho pensato alle persone più in difficoltà residenti nel mio paese in questi difficili giorni di isolamento. Poi, in accordo con i volontari, ho deciso di far consegnare 65 pizze da me preparate nelle loro case. Un gesto semplice, nulla di eccezionale, ma che ho voluto fare con il cuore anche per testimoniare il mio ringraziamento a chi mi ha accolto da tempo: Vercurago, paese dove abito e lavoro, Calolziocorte e l'Italia».

Sono le parole di Elwan Mahmoud, pizzaiolo egiziano, titolare del negozio di gastronomia pizza e kebab "Pizhas" a due passi dal municipio di Vercurago, lungo la Lecco-Bergamo. Elwan nei giorni scorsi ha contattato proprio il Comune del suo paese per segnalare l'iniziativa che avrebbe voluto mettere in campo in questi giorni di emergenza e di isolamento decisi per combattere il Coronavirus. Gli uffici lo hanno messo in contatto con il team di volontari impegnati nella consegne a domicilio di spesa e medicinali, e il bel gesto è diventato realtà. Le 65 pizze sono state consegnate gratuitamente alle persone più fragili residenti in paese. 

Ristoratori egiziani devolvono l'incasso all'ospedale di Lecco: «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati»

«Io ho 45 anni, ho una famiglia con quattro bambini e sono venuto qui in Italia 22 anni anni fa - racconta Elwan Mahmoud - Sono titolare della pizzeria da asporto "Pizhas di Vercurago" e in questi giorni, stando a casa, il mio pensiero è andato alle altre famiglie che sono più in difficoltà, alle mamme e papà con bambini piccoli, in questi giorni di isolamento nelle proprie abitazioni. Ho voluto idealmente abbracciare l'Italia a fare questo gesto nel momento in cui l'Italia è in difficoltà. Grazie mille e auguri a tutti gli italiani di stare al più presto bene. Il mio contributo non è ancora finito, ora l'importante è stare tutti uniti per vincere la battaglia contro il Corinavirus».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La lodevole iniziativa di Elwan ha raccolto il plauso dell'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Paolo Lozza, dei volontari che lo hanno raggiunto in pizzeria per poi consegnare le calde pizze nelle case, e dei cittadini che hanno apprezzato il bel gesto concreto, gratuito e fatto con il cuore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di via Papa Giovanni: morta la 19enne sbalzata da un'automobile

  • Aggressione in Piazza XX Settembre: volano le sedie, un ferito

  • Giovane investita in via Papa Giovanni: il colpevole fugge ma viene rintracciato, la 19enne finisce in ospedale

  • Transumanza da record a Lecco: atteso sabato il passaggio di 3.200 pecore

  • Il ricordo di Chiara in via Papa Giovanni: «Sarai sempre nei nostri cuori»

  • Allo stadio "Rigamonti-Ceppi" l'ultimo saluto alla giovane Chiara Papini. Ai domiciliari l'investitore

Torna su
LeccoToday è in caricamento