La fotoelettrica dei Vigili del fuoco illumina il cielo: è un segno di speranza

Anche i pompieri di Lecco domenica sera hanno partecipato al flash-mob organizzato sui social per resistere nel momento di difficoltà dovuto dall'epidemia di Coronavirus

La fotoelettrica dei Vigili del fuoco

In tanti hanno scorto un bagliore nel cielo notturno, domenica, e si sono chiesti cosa fosse. C'è chi ha trovato la forza di ironizzare, «è il Bat-segnale in questo momento di difficoltà?» No, ma in fondo il concetto di aiutare chi ha bisogno è lo stesso.

Santa Maria Hoè, lo striscione "Andrà tutto bene" sul balcone del Municipio

Non sono supereroi, bensì uomini dal grande coraggio: i Vigili del fuoco di Lecco hanno voluto partecipare al flash-mob promosso sui social network per ingannare l'attesa durante la quarantena forzata per l'epidemia da Coronavirus e farsi forza reciprocamente.

I pompieri lecchesi hanno colto l'occasione per esercitarsi con la fotoelettrica, tante volte utilizzata nella ricerca di dispersi o durante interventi in orario notturno. Un bagliore nel cielo che volevo essere anche un segno di speranza.

Lo smog crolla, azzerati gli incidenti, la gente si fa forza: l'altra faccia dell'emergenza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le regole per Natale 2020: cosa succede con gli spostamenti tra regioni, il coprifuoco e il cenone

  • Coronavirus, la Lombardia chiede la zona arancione dal 27 novembre

  • «Ho investito in sport e prevenzione, sbagliato il lockdown nei confronti di attività come la mia»

  • L'amore trionfa sul virus: si sposa dopo essere stato intubato e aver sconfitto il Covid

  • Ruba un'ambulanza per tornare a casa dal Pronto soccorso

  • Coronavirus, i dati dell'Asst: sono oltre 340 i pazienti ricoverati tra Lecco e Merate

Torna su
LeccoToday è in caricamento