rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Attualità Varenna

I 20 anni di "Ville aperte in Brianza" con 10 perle lecchesi

Le prossime aperture al pubblico della nota rassegna interessano anche le più belle dimore della nostra provincia. Date e location

Torna Ville Aperte in Brianza, manifestazione organizzata dalla Provincia di Monza e Brianza, che anche quest’anno ripropone la doppia edizione ideata nel 2022 in occasione del ventennale. Innanzitutto l’edizione Primavera (27-28 aprile, 1-4 e 5 maggio), durante la quale saranno aperte esclusivamente 33 ville di delizia e ville storiche in 28 comuni sparsi nelle 4 province partecipanti (Monza e Brianza, Como, Lecco, Milano) e la tradizionale edizione Autunno (dal 14 al 29 settembre), con l’apertura di tutti i beni storico-artistici.

Anche quest’anno la Provincia di Lecco partecipa direttamente all’iniziativa con Villa Monastero a Varenna, complesso formato dall’antica dimora eclettica di fine Ottocento, oggi trasformata in Museo, e dallo splendido giardino botanico, che si estende per quasi 2 chilometri lungo la sponda orientale del lago. Villa Monastero, che nel 2023 ha registrato oltre 257 mila visitatori, ha riaperto i battenti lo scorso 2 marzo in una veste rinnovata, al termine dei lavori di riqualificazione del giardino di restauro conservativo e rifacimento delle facciate, finanziati con i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Nei giorni 27-28 aprile, 1-4 e 5 maggio i visitatori potranno accedere a Villa Monastero con biglietto a prezzo ridotto; inoltre, sono previste visite guidate il 27 e 28 aprile alle 10.00 e alle 11.30, il 1° e 4 maggio alle 14.30 e alle 16.00, con prenotazione obbligatoria sul sito www.villeaperte.info. Le altre dimore della Brianza lecchese aderenti all’edizione Primavera sono: Villa Bordone "La rocchetta" a Bosisio Parini, Villa Moriggia Castelfranchi e Villa Calchi a Calco, Villa Greppi di Bussero e Villa Mapelli Mozzi a Casatenovo, parco di Villa Bertarelli a Galbiate, Villa Vercelli a La Valletta Brianza, Villa Bagatti Valsecchi a Merate, Villa Sormani Marzorati Uva a Missaglia.

La presentazione dell'iniziativa (foto Carla Soffritti).

"Anche quest’anno - commentano la presidente Alessandra Hofmann e la consigliere provinciale delegata a Cultura e Turismo Fiorenza Albani - la Provincia di Lecco è davvero orgogliosa di partecipare a 'Ville Aperte in Brianza', che rappresenta una splendida vetrina di valorizzazione e conoscenza del patrimonio culturale con una capacità attrattiva sempre in crescita. Con questa iniziativa la Brianza ritrova la sua originaria unitarietà culturale oltre i confini amministrativi, grazie all’interesse condiviso dalle numerose istituzioni pubbliche e privare coinvolte di dar vita a proposte di elevato valore culturale, per far conoscere e apprezzare beni e luoghi a noi vicini".

"Ringraziamo la Provincia di Monza e Brianza che da oltre 20 anni dimostra grande impegno per dar vita a questa iniziativa culturale integrata, che ha l’obiettivo di valorizzare un territorio sempre più ampio attraverso una maggiore fruizione del ricco patrimonio storico, culturale e artistico presente. Nell’edizione Primavera - concludono Hofmann e Albani - la valorizzazione delle ville di delizia, appartenenti a diversi periodi storici e artistici, diffuse capillarmente in Brianza, permetterà di avere un racconto della storia, dell’arte e dell’unicità del nostro territorio e consentirà un’efficace promozione di questa identità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 20 anni di "Ville aperte in Brianza" con 10 perle lecchesi

LeccoToday è in caricamento