Vismara, Straniero e Colombo (Pd): «Subito un'audizione per conoscere lo stato della procedura concorsuale»

«Il piano concorsuale della Vismara è legato a doppio filo all’andamento del concordato della casa madre Ferrarini»

Un’audizione con le parti sociali e datoriali, il Comune e la proprietà dell’azienda Vismara di Casatenovo in IV Commissione Attività produttive. L’ha chiesta, con una lettera al presidente, Raffaele Straniero, consigliere regionale del Pd e capogruppo nella stessa commissione. «La necessità di ascoltare i soggetti in gioco arriva in seguito alle ultime voci relative allo sviluppo della procedura concorsuale in atto che parrebbe mettere in crisi non solo la continuità produttiva, ma anche e soprattutto il futuro occupazionale dei 160 dipendenti dello stabilimento di Cascina Sant’Anna», spiega Straniero.

Tra l’altro, precisa nella lettera di richiesta, «il piano concorsuale della Vismara è legato a doppio filo all’andamento del concordato della casa madre Ferrarini, per il quale è stata presentata un’offerta che potrebbe mettere a serio rischio il futuro produttivo e occupazionale del marchio storico non solo di Casatenovo, ma dell’intera provincia di Lecco, già duramente colpita in questi ultimi mesi da numerose crisi aziendali».

Straniero condivide le posizioni assieme al Pd di Lecco, di cui si fa portavoce il responsabile economico Mauro Colombo. I due esponenti dem esprimono una sentita «solidarietà ai lavoratori della Vismara. Ma siamo anche convinti che sia importante conoscere lo stato della procedura concorsuale e soprattutto il futuro dei lavoratori e, di conseguenza, delle loro famiglie».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Comando della Polizia Locale: colpo di pistola, muore un giovane agente

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • Emergenza Covid: a San Girolamo chiese chiuse e Padri Somaschi in quarantena

  • Oggi a Villa San Carlo i funerali Ugo Gilardi, «Un ragazzo d'oro»

  • Le regole per Natale 2020: cosa succede con gli spostamenti tra regioni, il coprifuoco e il cenone

  • Regione Lombardia, Fontana conferma: «Da domenica saremo in "zona arancione". No al "liberi tutti"»

Torna su
LeccoToday è in caricamento