Attualità Piazza Armando Diaz, 1

Caso Gilardi, Zamperini interroga il sindaco: «Come intende muoversi il Comune?»

Il consigliere comunale di Fratelli d'Italia deposita un'interrogazione rivolta a Gattinoni e alla sua Giunta sulla vicenda che vede coinvolto l'anziano professore ospite all'Airoldi e Muzzi

Una manifestazione dello scorso dicembre in favore di Carlo Gilardi

Il caso Gilardi continua a fare discutere. Il consigliere comunale di Fratelli d'Italia, Giacomo Zamperini, ha depositato un'interrogazione rivolta al sindaco di Lecco Mauro Gattinoni e alla sua Giunta sulla vicenda che vede coinvolto il professor Carlo Gilardi e gli Istituti riuniti Airoldi e Muzzi.

Il testo integrale dell'interrogazione

«Dopo le perplessità dichiarate dal Garante Nazionale e dal presidente Canali, va fatta chiarezza a tutela e difesa del buon nome di una delle case di riposo più qualificate del nostro territorio - spiega Zamperini - Inoltre, va riportato un clima sereno per difendere anche i lavoratori e i professionisti che operano all'interno con grande capacità e per consentire le cure e le attenzioni dovute in un clima tranquillo e amorevole anche agli altri ospiti della Rsa ed alle loro famiglie, che giustamente soffrono questa sovraesposizione mediatica».

Caso Gilardi: l'anziano riceve la visita del Garante e parla con il sottosegretario Sileri. «Serve normalità»

Le richieste al sindaco e alla Giunta di Lecco

  • Avere una relazione specifica e dettagliata a opera dei due membri del Cda nominati dal Comune di Lecco su quanto sia successo e stia succedendo negli Istituti Uniti Airoldi e Muzzi e al trattamento riservato al professor Carlo Gilardi.
  • Sapere quali iniziative il sindaco intende prendere per tutelare l'onorabilità di un'istituzione come gli Istituti e salvaguardare la tranquillità e la professionalità dei lavoratori, oltre che la serenità degli altri utenti della Rsa, dei loro parenti e della cittadinanza tutta.
  • Sapere se i Servizi Sociali comunali si sono mai occupati della vicenda del professor Gilardi e se intendono farlo, collaborando con le altre autorità preposte.
  • Sapere in che modo il Comune intenderà farsi parte attiva, per quanto possibile, per permettere che il professor Gilardi possa liberamente comunicare con l'esterno e fare presto ritorno alla sua vita, in piena libertà, assistito come meglio le Autorità preposte riterranno.
  • Verificare con le Autorità competenti le reali tempistiche per le dimissioni del professor Gilardi dall'Airoldi e Muzzi.
  • Sapere se i Servizi Sociali del Comune di Lecco possono farsi parte attiva in ambito sovracomunale per collaborare alla costruzione di un percorso alternativo di tutela che possa permettere al professor Gilardi di tornare a casa.
  • Sapere, anche in forma riservata, se fra i cittadini lecchesi ci sono altri casi simili a quelli del professor Gilardi, casi cioè in cui è stato disposto il ricovero coatto in Rsa e se essi sono seguiti dai Servizi Sociali.
  • Conoscere quali interlocuzioni e collaborazioni ci siano state fra il Comune di Lecco e le altre istituzioni ed Autorità competenti sul caso del prof. Gilardi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Gilardi, Zamperini interroga il sindaco: «Come intende muoversi il Comune?»

LeccoToday è in caricamento