Valmadrera, il Comune vuole la Ztl in Gianvacca. Ascolto: «Siamo perplessi»

Il Gruppo di minoranza non convinta la volontà dell'Amministrazione: «La soluzione della situazione sia un insieme congiunto di interventi»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

In relazione a quanto appreso dagli organi di stampa sulla decisione dell'Amministrazione, senza aver avuto alcun confronto con i diretti interessati, come sarebbe stato opportuno, sul come affrontare la situazione che si viene a creare ogni fine settimana in Loc. Gianvacca, solleviamo le nostre rimostranze raccolte fra i residenti. Non siamo contrari all'ipotesi della ZTL, ma è una soluzione che deve essere ben valutata, condivisa e normata a dovere. Riteniamo che la soluzione della situazione sia un insieme congiunto di interventi che, da un lato devono preservare la regolare vita quotidiana degli abitanti, dall'altro deve consentire ed agevolare l'accesso ad uno dei patrimoni della nostra Città. Sono necessarie progettualità e visione. Se la soluzione è multare tutti probabilmente il disservizio non è imputabile alla Polizia Locale, ma di chi non ha studiato valide soluzioni al problema.

La ZTL mette in difficoltà in primo luogo i residenti e tutta la popolazione in quanto eventuali visitatori sono impossibilitati a raggiungerli costringendoli a fornire un "servizio navetta" sicuramente non di loro competenza. L'impossibilità di raggiungere in altro modo la Frazione mette in difficoltà le fasce più deboli tenendo presente la logistica non proprio comoda per chiunque abbia anche solo una minima difficoltà a camminare dovuta all'età, alla prestanza fisica o al non allenamento. In mancanza di posteggi liberi una famiglia con bimbi piccoli o un anziano deve avere la possibilità di raggiungere la Frazione il tempo necessario per effettuare le operazioni di carico e scarico delle persone e dei bagagli fermo restando che poi la vettura dovrà essere riportata a valle indicando loro la possibilità di sosta con adeguata cartellonistica. Ribadiamo comunque che l'inosservanza dei divieti di sosta e il comportamento incivile debba essere sanzionato con multe adeguate e, nel caso, con la rimozione forzata del veicolo. Pensavamo che i nuovi posteggi realizzati all'inizio di Via S. Carlo Borromeo fossero fruibili dai gitanti ma, con la costituzione della nuova ZTL, si confermerebbe la scelta di destinarli ai soli residenti, cosa secondo noi poco sensata.

Nel caso dell'utilizzo anche temporaneo di un mezzo non di proprietà di un residente come ci si dovrà comportare? Essere riaccompagnati a casa da un parente o da un conoscente non residente sarà impossibile e tutti si dovranno accollare la salita a piedi fino alla propria abitazione? L'accesso in caso di eventi urgenti da parte di non residenti come sarà disciplinato? Nell'ipotesi di sanzioni ritenute ingiuste si fa riferimento alla possibilità di fare ricorso, ma sappiamo tutti cosa questo comporti in termini di burocrazia e adempimenti. Riportiamo inoltre la richiesta di prendere in seria considerazione la limitazione al traffico ai soli residenti della Via Belvedere, quella sì, data la inadatta larghezza della strada e lo scambio di tale via per una pista di velocità dai ciclisti e da chi la percorre con altri veicoli.

Ascolto Valmadrera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento