rotate-mobile
Aziende Mandello del Lario

Premiata l'azienda lecchese che trasforma gli scarti in "Rinascimento"

Dallo scarto alla carta nobilitata per il packaging di lusso: il progetto di Icma e Cartotecnica Moderna vince il premio Avant-Garde 2024 nella categoria sostenibilità

Icma Sartorial Paper insieme a Cartotecnica Moderna ha vinto il premio Avant-Garde 2024 di Packaging Première nella categoria sostenibilità per il suo progetto Rinascimento. "Una virtuosa e innovativa espressione di economia circolare nel panorama del packaging di lusso che trasforma il macero generato in fase produttiva in pregiate carte creative 100% riciclate", si legge nella descrizione del premio.

In cosa consiste il progetto

Le due imprese, partner da molti anni, hanno deciso di collaborare per dare vita al progetto, attraverso fasi coordinate da Icma, azienda nata nel 1933 con sede a Mandello del Lario. Dal recupero del macero generato da Cartotecnica Moderna durante il proprio processo produttivo, viene realizzata una carta 100% riciclata, poi nobilitata secondo le richieste di Moderna e utilizzata per realizzare scatole rivestite e shopper a loro volta riciclabili. La filiera è interamente Made in Italy e la carta prodotta è unica dal punto di vista estetico come dal punto di vista dell’impatto ambientale (misurabile).

La raccolta di carta per il riutilizzo.

"Icma presenta il suo servizio di economia circolare Rinascimento durante la fiera di Milano (21-23 maggio, Allianz MiCo - Gate 4 - padiglione 3, stand C32-C34) e invita i clienti interessati a un incontro per capire insieme come applicare il servizio alle singole realtà aziendali" - fa sapere l'azienda lecchese. A mettere in evidenza le caratteristiche uniche di questo servizio saranno Marco Nigrelli, general manager di Icma e Roberto Rossi, Ceo di Cartotecnica Moderna, durante una presentazione in programma a Packaging Première il 23 maggio alle ore 11 negli spazi della fiera.

Marco Nigrelli: "Ogni carta che esce da Icma è tracciata"

"Icma si occupa del coordinamento di tutto il processo, dal ritiro del macero alla produzione e nobilitazione della carta riciclata per lo stesso cliente - spiega Nigrelli - Il macero non è disinchiostrato né sbianchito, proprio per mantenere coerente l’operazione a livello di sostenibilità. Altro aspetto interessante è la possibilità di fornire al cliente la valutazione dell’impatto ambientale della carta prodotta. Ogni carta che esce da Icma è oggi tracciata, secondo il metodo Lca (Life Cycle Assessment), 'from cradle to gate', ossia dall’albero (o dal macero nel caso delle carte riciclate), fino all’uscita dai cancelli della Icma".

Onde Rinascimento Icma.

"Per ogni carta, anche quelle prodotte con il servizio Rinascimento - aggiunge il generale manager - siamo in grado di misurare le emissioni in termini di Co2 equivalente e, con i nostri clienti, impostare piani d’azione per la loro riduzione, rispondendo alle esigenze di tutti i marchi attenti al proprio impatto ambientale".

Nello stand di Icma a Packaging Première sono in mostra tutte le carte 100% riciclate della collezione Prêt-à-Porter, frutto del percorso intrapreso dall’azienda che sta proponendo progressivamente sempre più articoli nella versione 100% riciclata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premiata l'azienda lecchese che trasforma gli scarti in "Rinascimento"

LeccoToday è in caricamento