Acque aromatizzate con frutta e verdura: cosa sono e come prepararle

L'acqua aromatizzata è un'alternativa fresca e gustosa, benefica e salutare, un'ottima bevanda per affrontare le giornate afose

Aromatizzare l'acqua con frutta e verdura non è solo una tendenza del momento, non solo belle da vedere, ma anche buone, sane e ricchi di benefici per l'organismo. Un'alternativa fresca e saporita, che aiuterà a depurare e a mantenere idratati, soprattutto d'estate. 

Le acque aromatizzate, sono ricche di vitamineproprietà benefiche, aiutano la digestione, spesso agiscono da antinfiammatori naturali e si preparano in casa con frutta e verdura.

Come preparare un'acqua aromatizzata

Per preparare l'acqua aromatizzata, basta lasciare in infusione in frigo, in un litro e mezzo di acqua, frutta e verdura scelta seguendo alcuni criteri in grado di legare effetti benefici a sapore piacevole. L'infusione dovrà durare almeno 3 ore e si consiglia di utilizzare acqua minerale o acqua filtrata. 

Se si vuole preparare un'acqua depurativa, si potrà mettere in infusione limone e zenzero. Se si cerca un'acqua dall'azione digestiva, si possono mettere in infusione menta e zenzero o finocchio. Se si vuole realizzare un'acqua aromatizzata vitaminica e antiossidante, meglio puntare sull'infusione di frutti rossi, come more, fragole, mirtilli. 

I benefici per la salute

Oltre ad avere un delizioso sapore fruttato, l'acqua assorbirà anche le vitamine della frutta e della verdura lasciate in infusione, trasformandosi in un vero e proprio elisir di bellezza e in un toccasana per il nostro corpo.

I benefici del consumo costante di acqua aromatizzate detox sono:

  • la riduzione dei gas intestinali
  • l’attenuazione del gonfiore addominale
  • e una ritrovata regolarità delle funzioni intestinali.

Si tratta di infusi freschi e gustosi, che possono avere proprietà energizzanti, depurative, tonificanti, antinfiammatorie e diuretiche. 

Oltre al potere idratante dell’acqua, l’aggiunta di questi ingredienti può aumentare i benefici di una corretta idratazione.

A cosa servono?

L'idratazione è fondamentale per garantire il corretto funzionamento dell’organismo, idratare la pelle e prevenire molti disturbi che col passare degli anni possono trasformarsi in patologie ben più serie. Soprattutto in estate, è necessario bere almeno due litri di acqua al giorno, una regola imprescindibile per affrontare al meglio le giornate afose e il sole cocente.

Per stimolare la sete, si possono preparare della acque detox, vale a dire delle bibite naturali, dal sapore fresco e gradevole aromatizzate con frutta fresca, verdura e spezie, può essere una buona idea.

Le acque aromatizzate non sono di certo miracolose. Non aiutano a dimagrire se non abbinate a una dieta equilibrata e ad un'attività fisica costante, ma sono bevande sane, ideali per reidratarsi, da consumare anche più volte al giorno, preferibilmente lontano dai pasti.

Esempi di acque aromatizzate

Il consiglio generale è quello di non mettere in infusione più di 4 ingredienti insieme. Ecco di seguito alcune combinazioni azzeccate:

- limone e zenzero: detox e rinfrescante
- cetriolo e menta: dissetante e digestiva
- limone, fragole e basilico: rinfrescante, ricca di vitamina C, migliora circolazione e metabolismo
- pompelmo e rosmarino: ricca di vitamina C e antinfiammatoria
- limone e finocchio: detox e digestiva
- kiwi e ananas: rinfrescante, antiossidante, ricca di vitamine e dal sapore esotico

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • Tragedia nel Comando della Polizia Locale: colpo di pistola, muore un giovane agente

  • Le regole per Natale 2020: cosa succede con gli spostamenti tra regioni, il coprifuoco e il cenone

  • Coronavirus, la Lombardia chiede la zona arancione dal 27 novembre

  • «Ho investito in sport e prevenzione, sbagliato il lockdown nei confronti di attività come la mia»

  • L'amore trionfa sul virus: si sposa dopo essere stato intubato e aver sconfitto il Covid

Torna su
LeccoToday è in caricamento