Zafferano: usi e benefici per la salute

Lo zafferano è una spezia pregiata e molto costosa, ricca di proprietà nutrizionali e benefici per l'intero organismo. Vediamo come utilizzarlo nel migliore dei modi

Lo zafferano è una pianta dalle piccole dimensioni originaria dell’Asia minore, e appartenente alla famiglia delle Iridacee. Si tratta di una piccola pianta erbacea coltivata in Grecia, Spagna e Italia, e in particolare in Abruzzo, Sardegna, Umbria e Toscana. 

La pianta presenta un bulbo da cui si sviluppa il fiore violaceo, che presenta tre lunghi stammi dal colore rosso, i quali, dopo essere stati essiccati, vengono utilizzati come spezia

La spezia apparirà nel classico colore giallo, infatti il termine zafferano, deriva dalla parola “safranum” che significa appunto giallo. 

Lo zafferano è una spezia molto costosa, e molto utilizzato in cucina, e presenta inoltre diversi benefici per la salute.

Proprietà nutrizionali dello zafferano

Lo zafferano apporta circa 310 calorie per 100 grammi di prodotto, presenta un buon apporto proteico dell’11%, ed è ricco di sali minerali, potassio, fosforo e magnesio. Ma ciò che conferisce a questa spezia le sue proprietà terapeutiche è il safranale, una sostanza presente nei pistilli del fiore, a cui si deve il profumo tipico dello zafferano. 

Benefici per la salute

I componenti dello zafferano, conferiscono a questa spezia proprietà interessanti dal punto di vista della salute. L’utilizzo dello zafferano infatti, è consigliato per la stimolazione del sistema immunitario, ottenendo un rafforzamento delle difese naturali nei confronti di influenze virali per esempio. Questa spezia viene utilizzata anche con funzione preventiva, nei confronti di malattie degenerative legate a stress ossidativo. 

I benefici offerti dallo zafferano coinvolgono anche l’apparato cardiocircolatorio e quello respiratorio, poiché è in grado di controllare l’ipertensione e l’ipercolesterolemia. 

Viene anche utilizzato per ridurre i sintomi sintomi premestruali e contrastare i  dolori mestruali.

Tra le altre proprietà, è possibile trovare quella a beneficio della concentrazione, protezione dl fegato o stimolo per l’attività digestiva. Aiuta inoltre ad allevare la depressione, ed è efficace in caso di mal di denti. 

Controindicazioni e potenziali effetti negativi 

Lo zafferano però, non è privo di controindicazioni. Un consumo eccessivo infatti, può risultare tossico, e causare effetti collaterali come emorragie, sonnolenza e vertigini. 

La dose giornaliera consigliata non supera 1,5 grammi, difficilmente raggiungibile in cucina, in quanto le bustine contengono solamente 0,1 grammo di zafferano. 

Potrebbe interessarti

  • Come allontanare api, vespe e calabroni senza danneggiare l'ambiente

  • La dieta del Supermetabolismo: il nuovo fit trend

I più letti della settimana

  • Clooney compra casa a Lierna? Il sindaco: «Sarebbe un grande volano»

  • Allagamenti e alberi sradicati: nella notte colpita la zona dell'Olgiatese

  • Barzio, mangiano funghi non commestibili: dodici persone in ospedale

  • Torna sul Lecchese l'incubo del maltempo: scatta l'allerta per temporali forti

  • Giovani aggrediti al parco della droga: uno accoltellato e ferito a colpi di pistola

  • Maltempo, tornano i disagi: Oggionese colpito, divelti svariati alberi. In arrivo altri rovesci

Torna su
LeccoToday è in caricamento