Melatonina, proprietà, benefici e controindicazioni

La melatonina è un ormone prodotto dal corpo, utile per regolare il ciclo sonno veglia e favorire il sonno

Tutti noi produciamo melatonina ogni giorno, una sostanza secreta dall’epifisi, essenziale al nostro organismo per fare in modo che possa essere sempre perfettamente regolato sul ciclo sonno-veglia

Si tratta quindi di un ormone prodotto da una piccola ghiandola, l'epifisi o ghiandola pineale. È la luce che comanda questa sostanza: se arriva lo stimolo luminoso alla retina, viene trasmesso un segnale all'epifisi che ne inibisce la produzione. Al contrario il buio ne stimola la secrezione.

Non sempre però tutto funziona così regolarmente e il ritmo circadiano buio-luce può essere messo a dura prova, soprattutto in alcune situazioni come il jet-lag. Ecco allora che sono nati degli integratori di melatonina che vengono consigliati a chi, per diversi motivi, soffre di disturbi del sonno. 

Dove si trova la melatonina

La melatonina è secreta da una delle ghiandole endocrine, l'epifisi, situata all'altezza degli occhi al centro del cervello. La produzione di melatonina avviene durante la notte come risposta al buio, e raggiunge il massimo livello tra le 2 e le 4 di notte, diminuendo con l'avvicinarsi del mattino. La secrezione di melatonina è perciò influenzata dall'esposizione alla luce solare. Quando lo stimolo luminoso arriva alla retina viene trasmesso un segnale all'epifisi, che blocca la sua secrezione; mentre Il buio ne stimola il rilascio. 

Proprietà

La melatonina non è un sonnifero, ma un regolarizzatore del sonno e quindi agisce con meccanismi diversi rispetto ad alcuni farmaci. Grazie alla sua azione centrale sulla sincronizzazione della ciclicità ormonale, ricostituisce un fisiologico regime di riposo; contribuisce quindi a risolvere situazioni di insonnia.  

La melatonina ha quindi un effetto sedativo: l'aumento della sua concentrazione ematica è un segnale che informa l'organismo che è buio e che pertanto è giunto il momento di dormire e riposarsi, regolando così il nostro ritmo sonno/veglia (ciclo circadiano). 

Stimola inoltre la risposta del sistema immunitario, protegge il sistema nervoso centrale, ha un ruolo antiossidante ed antitumorale, ed è particolarmente utile nella sindrome da fase di sonno ritardata, ossia per quelle persone che la sera non andrebbero a dormire o che fanno fatica ad alzarsi la mattina. È efficace contro le malattie degenerative ed anche per il trattamento dell'invecchiamento. 

Controindicazioni 

La melatonina deve essere assunta sempre alla stessa ora e non poco prima di andare a letto, in quanto l'effetto sull'organismo potrebbe essere sfavorevole ed il sonno potrebbe ritardare. Può causare sonnolenza durante il giorno successivo, tachicardia e vertigini: è quindi sconsigliabile l'uso della melatonina a chi assume farmaci per il cuore.

La melatonina è controindicata se si soffre di malattie epatiche; renali; malattie autoimmuni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

  • Ospedale di Lecco, «in caso di necessità pronti ad accogliere 200 pazienti covid»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento