Come pulire la lavastoviglie utilizzando prodotti naturali

La lavastoviglie emana cattivi odori? È arrivato il momento di effettuare una bella pulizia a fondo. Vediamo come pulirla al meglio utilizzando prodotti naturali

Pulire la lavastoviglie in maniera regolare rappresenta una garanzia di lunga vita dell’elettrodomestico. Proprio perché ha a che fare con residui di sporco provenienti dalle stoviglie e dal calcare dell’acqua, il rischio di muffe, grasso e cattivi odori è proprio dietro l’angolo. Guarnizioni e filtro sono sicuramente le vittime di questi nemici, oltre alle pareti e al tubo di scarico.

Ecco perché è fondamentale provvedere ad una pulizia periodica della lavastoviglie. Ricordiamo che è importante anche la pulizia quotidiana, oltre a quella straordinaria. Infatti, prima di mettere i piatti nel cestello, sarà bene sciacquarli per non ritrovare lo scarico intasato da residui di cibo. 

Per pulire la lavastoviglie non esistono solo detersivi specifici, ricchi di sostanze chimiche, ma anche soluzioni alternative naturali, sicure ed efficaci. 

Come pulire la lavastoviglie: partiamo dalle basi

Prima di capire quali prodotti utilizzare per pulire la lavastoviglie da grasso e calcare, vediamo qualche piccolo consiglio da tenere sempre a mente:

- Utilizzare periodicamente un anticalcare durante i lavaggi 

- Lasciare sempre la lavastoviglie leggermente aperta dopo ogni lavaggio, per evitare che si formi muffa nelle guarnizioni 

- Usare sale specifico 

- Sciacquare piatti prima di metterli nel cestello

Come pulire l’interno

Vediamo come pulire l’interno della lavastoviglie utilizzando prodotti naturali. 

Aceto

L’aceto è senza dubbio un ottimo alleato per le pulizie di casa. Ottimo per combattere il calcare e per sciogliere il grasso. L’aceto pulisce, igienizza e previene i cattivi odori. Associato ad un bicchiere di succo di limone, disinfetta, sgrassa e rende le stoviglie più brillanti. Ad ogni lavaggio, assicurarsi sempre che il filtro sia libero da residui di cibo. Basterà sganciarlo e passarlo sotto l’acqua corrente. Se risulta intasato, passare un panno imbevuto di aceto sulle parti interessate, e lasciare agire per qualche minuto. 

È consigliato effettuare un lavaggio a vuoto una volta al mese, usando un programma co alta temperatura e versando un litro di aceto nella lavastoviglie. 

Bicarbonato di sodio

Anche il bicarbonato è un ottimo sgrassante, garantisce igiene profonda e pulizia. È un prodotto naturale, non particolarmente aggressivo, che può essere utilizzato tranquillamente anche su piatti e bicchieri. Per la cura della lavastoviglie, basterà fare un lavaggio vuoto al mese usando circa 100 grammi di bicarbonato, per potenziare l’azione pulente. Anche le guarnizioni possono essere pulite con una miscela di acqua e bicarbonato, in modo da assicurasi che in profondità non siano rimasti residui organici. 

Il bicarbonato, proprio per le sue proprietà, può essere utilizzato anche per eliminare i cattivi odori nella lavastoviglie. In alcuni casi però, è più efficace l’aceto. 

Pulire la lavastoviglie esternamente

Anche la parte esterna della lavastoviglie non va sottovalutata. Anche in questo caso, basterà utilizzare una soluzione di acqua e aceto o bicarbonato, per rimuovere incrostazioni e sporco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porte blindate, la soluzione migliore per una casa sicura

  • Docce emozionali: una SPA nel bagno di casa

  • Come addobbare casa per Natale in totale sicurezza

  • Come prendersi cura della Stella di Natale

  • Albero di Natale vero o artificiale: quale scegliere?

  • Come decorare il giardino in perfetto stile natalizio

Torna su
LeccoToday è in caricamento