Come pulire i vetri del box doccia

Calcare, muffa e aloni, sono i nemici del vostro bagno. Per avere un box doccia sempre pulito e splendente, ecco qualche consiglio per eliminare calcare e residui di sapone

Per una casa sempre perfetta e pulita, non è il massimo vedere che la trasparenza del cristallo del box doccia, viene offuscata dalla scarsa igiene. Residui di calcare, detergenti e nei casi peggiori muffe, possono mettere a rischio una delle componenti del bagno che si sporca con più facilità. Tenere il box doccia pulito infatti, non è sempre così semplice, ma con alcuni piccoli accorgimenti, si potranno eliminare le macchie e prevenirne la formazione. 

Il principale nemico della pulizia della doccia è senza dubbio il calcare. Proprio per questo motivo è importante asciugare sempre il vetro dopo aver fatto la doccia. Si può utilizzare un panno in microfibra ben asciutto, oppure delle apposite spazzole per pulire i vetri. A mettere a rischio la brillantezza del vetro, sono anche i residui di detergenti, shampoo e prodotti per la pulizia del corpo. 

In ogni caso, per pulire il box doccia sono necessari prodotti in grado di rimuovere il calcare, rendendo il vetro completamente lucido. Oltre a prodotti appositi, si possono utilizzare anche soluzioni naturali, come l’aceto di vino, un anticalcare per eccellenza, utile su tutte le superfici. 

Come rimuovere il calcare

Il calcare quindi, è il vero nemico del cristallo, e riuscire a nascondere ogni macchia, sporcizia e residui di sapone, diventa davvero difficile. Per far brillare i vetri della doccia, è importante tenere sempre una spazzola tergivetro in bagno, in modo da eliminare subito qualsiasi schizzo di acqua, limitando le strisce di calcare lasciate dalle gocce che si asciugano con il tempo. Ovviamente questo non basta, perché giorno dopo giorno, non ci sarà solo il calcare da gestire, ma anche tutti i residui lasciati dai prodotti per la pulizia personale, che creeranno una sorta di impasto difficile da eliminare. 

In questi casi, possiamo puntare sui prodotti in crema o gel per la pulizia della casa, oppure provare con qualche rimedio naturale. Si può utilizzare del bicarbonato di sodio con aceto, o succo di limone, da vaporizzare direttamente su tutti i vetri del box doccia, lasciando agire per qualche minuto. Strofinare poi con un panno umido di aceto, in modo da scrostare la sporcizia che si accumula soprattutto nella parte bassa della doccia. Se il vetro risulta pulito, ma rimane ancora qualche alone di calcare, basterà ammorbidirlo con acqua distillata e aceto, oppure con i comuni anticalcare in commercio. 

Ricordiamo inoltre, che anche una miscela di aceto di mele e acqua tiepida, è l’ideale per rimuovere il calcare dal box doccia. Basterà pulire il tutto con un panno delicato, e asciugare il vetro per evitare la formazione di macchioline. Se desideriamo ottenere un risultato brillante e profumato possiamo aggiungere qualche goccia di olio essenziale, ottimo anche per sgrassare ed eliminare ogni tipo di residuo. 

Come eliminare i depositi di sapone

All’intero del box doccia le parti in plastica o la colonna su cui conserviamo tutti i nostri prodotti di bellezza possono presentare depositi di sapone. Per eliminarli dobbiamo creare un composto realizzato con alcol denaturato, aceto bianco o di mele e acqua calda. Basta spruzzare il detersivo sulle parti interessate e in un attimo ritornerà a splendere come prima.

Prodotti disponibili online per pulire la doccia

Filtro doccia anticalcare

Anticalcare Magnetico

Detergente box doccia

Spazzola

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come pulire il piano cottura e le griglie

  • Come pulire la casa al rientro dalle vacanze

  • Studenti fuori sede: idee e consigli per arredare la stanza

  • Come rinnovare casa spendendo casa: idee e consigli

  • Box auto: come stipulare un contratto d'affitto

  • Manutenzione invernale piscina: come proteggerla

Torna su
LeccoToday è in caricamento