Come lavare tende e tendaggi senza rovinarli

La pulizia delle tende deve essere un'operazione periodica, da svolgere almeno durante le pulizie di primavera, o nei cambi di stagione. Ecco alcuni consigli utili per lavare le tende in lavatrice senza commettere errori e rovinare i tessuti

Le tende e i tendaggi sono fondamentali per dare bellezza ed equilibrio ad una stanza. Sono complementi di arredo, perché hanno il compito di abbellire le finestre, donando carattere e stile all’ambiente. Al tempo stesso sono fondamentali per garantire il giusto livello di privacy proteggendoci da sguardi indiscreti.

Per fare in modo che il loro aspetto sia sempre fresco e gradevole, è necessario effettuare periodicamente un’attenta pulizia e manutenzione.

Come pulire tende e tendaggi 

La manutenzione di tende e tendaggi può essere svolta anche da soli, tuttavia bisogna prestare molta attenzione al tipo di tessuto e alla tipologia alla quale appartiene il modello. 

Le soluzioni in cotone, lino e materiali sintetici possono essere lavate da soli senza problemi, mentre è bene rivolgersi a imprese di pulizia per pulire tende in velluto oppure seta. Lo stesso vale per i tendaggi di notevoli dimensioni, difficili da gestire.

Prima di mettere le tende in lavatrice occorre sapere di quale materiale siano fatte. Non tutti i tessuti, infatti, sono adatti a questo tipo di lavaggio. Le tende solitamente presenti nelle case possono essere in lino, seta, cotone o altri tessuti sintetici. Conoscere il materiale, non solo ci dice se le stesse siano lavabili o meno in lavatrice, ma determina anche a quanti gradi bisogna impostare il lavaggio. Prima di procedere, rimuovere eventuali ganci di supporto delle tende per evitare che, durante il lavaggio, possano staccarsi e rovinare la lavatrice.

Pulire le tende con il vapore

Scegliere di pulire le tende con il vapore, significa fare una scelta ecologica ed efficace, poiché oltre ad escludere l'impiego di sostanze chimiche e nocive per l'ambiente, il vapore non necessita di contenitori in plastica da smaltire in seguito.

Il lavaggio a vapore inoltre, è una delle tecniche di pulizia più igienizzanti e sgrassanti, ottima anche per chi soffre di allergie a pollini e acari della polvere.

Basta avere una macchina a vapore e una scala. Dopodiché chiudete le tende in modo da formare una superficie unica e, a questo punto, potete scegliere se utilizzare il getto diretto oppure la spazzola in dotazione.

È bene procedere andando dall’alto verso il basso. Il getto dev’essere a una distanza di 10-15 centimetri dal tessuto per non rovinarne la superficie e non creare condensa sui vetri. La spazzola, invece, può essere passata direttamente sul tessuto poiché il vapore è più diffuso.

Una volta terminata la pulizia, prima di riaprire completamente le tende, assicuratevi che siano asciutte.

Come rimuovere le macchie

Per rimuovere le macchie da tende e tendaggi, soprattutto se si tratta di macchie grandi e resistenti, causate da olio o vino, è meglio rivolgersi alle imprese di pulizia o alle lavanderie specializzate, in quanto sono difficili da eliminare.

Per macchie meno ostinate invece, è possibile utilizzare il sapone di Marsiglia, strofinare delicatamente la zona interessata, lasciare in ammollo le tende per 20 minuti e lavarle in lavatrice. L’aggiunta di bicarbonato aiuta a mandare via i cattivi odori come quello della nicotina. 

Per le tende colorate, si consiglia di aggiungere un pò di aceto, in modo da fissare meglio i colori e farli durare a lungo. In caso di macchie ostinate, sui tessuti colorati è possibile intervenire con una soluzione composta da succo di due limoni freschi, un bicchiere di aceto di vino bianco e tre cucchiai di sale grosso.

Per far risaltare i tendaggi chiari e a lavare efficacemente le tende bianche, basta aggiungere cinque cucchiai di acqua ossigenata, di perborato oppure metterle a bagno in una bacinella con acqua tiepida, sapone di marsiglia, due cucchiai di bicarbonato e mezzo limone spremuto.

Una volta che si saranno impregnate bene del composto, bisogna risciacquare abbondantemente e poi rilasciare le tende in ammollo per qualche minuto con l’aggiunta di ammorbidente. Infine, le tende vanno strizzate e stese.

Ogni quanto pulire le tende 

La pulizia e il lavaggio delle tende deve avvenire in maniera periodica. Ogni 10-15 giorni occorre passare le tende con un aspirapolvere con bocchettone aspirante per eliminare la polvere. I periodi tra una pulizia e l’altra vanno ridotti durante la stagione invernale perché l’accensione del riscaldamento aumenta la presenza di polvere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porte blindate, la soluzione migliore per una casa sicura

  • Come prendersi cura della Stella di Natale

  • Come eliminare i "moscerini della frutta" con metodi naturali

  • Docce emozionali: una SPA nel bagno di casa

  • Come addobbare casa per Natale in totale sicurezza

  • Albero di Natale vero o artificiale: quale scegliere?

Torna su
LeccoToday è in caricamento