menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lecco celebra il 1° maggio ricordando gli invalidi e caduti del lavoro

Si è tenuta a Lecco nella mattinata di oggi, 1° maggio, la celebrazione del 1° maggio festa del lavoro con l'apposizione della corona al monumento in Largo del Caleotto in ricordo degli invalidi e caduti sul lavoro.

Sotto una pioggerella insistente, nella mattinata di oggi 1° maggio, presso il monumento agli invalidi e caduti sul lavoro, in Largo del Caleotto a Lecco, si è tenuta la cerimonia di apposizione della corona in loro ricordo.

All'evento hanno partecipato i segretari delle organizzazioni sindacali CGIL, CISL e Uil, il sindaco e vicesindaco di Lecco Virginio Brivio e Vittorio Campione.

Il presidente dell'ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro) di Lecco Giuseppe Barlassina a ricordato così questa giornata: "Siamo qui oggi a ricordare tutti coloro che hanno dedicato la loro vita al lavoro, subendo gravi infortuni invalidanti o cadendo sul posto di lavoro. Oggi il mondo del lavoro vive una crisi devastante ancor più aggravata dal fatto che l'Inail ha ridotto ancor più il risarcimento a tutti coloro che hanno subito infortuni sul lavoro. Noi chiediamo un lavoro più sicuro, senza infortuni e senza vittime, che si possa affrontare tutti i giorni senza paure. A pochi chilometri da qui si sta inaugurando l'Expo, dalla quale speriamo che il nostro paese possa trovare dei vantaggi ed uno stimolo per la sua ripresa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento