Lecco Cesvi presenta “Fare testamento porta bene”

Se ne parla all'NH Hotel Pontevecchio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Qualunque lascito testamentario, anche il più piccolo, si trasformerà in un aiuto concreto per tutti i bambini, le donne e gli uomini che beneficiano dei nostri interventi di sviluppo.

Il Cesvi, con il patrocinio del Consiglio Nazionale del Notariato, organizza un appuntamento speciale a Lecco, un'occasione per ricordare la possibilità di fare un lascito solidale a favore delle popolazioni che ancora oggi soffrono a causa di povertà, malattie e guerre.

Perché fare testamento? Chi sono i miei eredi? Cosa posso scrivere nel testamento? Se desideri conoscere le risposte a questi interrogativi, sei invitato a partecipare all'incontro dedicato al mondo del testamento e dei lasciti testamentari.

L'appuntamento è sabato 16 aprile, presso l'NH Hotel Pontevecchio, in Via Visconti 84, a Lecco. A partire dalle ore 10:00 un illustre Notaio spiegherà tutto ciò che occorre sapere sul testamento e risponderà alle domande del pubblico.

Cesvi ha ideato la campagna "Fare testamento porta bene" con l'obiettivo di diffondere l'idea del lascito testamentario come un atto di responsabilità e generosità che porta bene a se stessi e ai propri cari, perché permette di custodire i valori della famiglia. Inoltre, Cesvi ha aderito a 'Testamento Solidale', il Comitato di prestigiose organizzazioni che operano in Italia e nel mondo per promuovere la cultura del lascito solidale.

Nel nostro Paese, fare testamento è una pratica ancora poco diffusa (soltanto l'8% degli italiani over 55 ha scritto le proprie volontà, mentre il 5% è intenzionato a farlo e il 6% è incerto), vittima di superstizioni e pregiudizi.

Tuttavia, secondo i dati più recenti di 'Testamento Solidale', negli ultimi 10 anni in Italia sono aumentate del 10-15% le persone che hanno inserito un lascito nelle ultime volontà. E secondo l'ultima indagine ISTAT sull'attività notarile, nel 2012 sono stati 96.247 i testamenti - tra quelli aperti, depositati e registrati da Notai - nel nostro Paese. Cifra che segna un significativo +7% rispetto al 2011. Una tendenza positiva che va di pari passo con le stime dei lasciti solidali: nel 2011 sono stati 8.092 per poi salire, nel 2012, a 8.665. Un trend in crescita confermato dalla propensione positiva al lascito di quasi un milione e mezzo di italiani over 55.

La partecipazione è gratuita. Si prega di confermare la propria presenza al numero verde 800.036.036 o via mail a donatori@cesvi.org entro venerdì 15 aprile.

Torna su
LeccoToday è in caricamento