Mandello, i 5 stelle si sollevano contro le decisioni comunali

"La verità è un'altra", le parole del portavoce Giuseppe Iovino

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Durante il consiglio comunale del 27 Luglio si sono venute a ripetere situazioni alquanto imbarazzanti, date le dichiarazioni contradittorie da parte di Assessori nei confronti di alcuni Consiglieri all'interno della maggioranza, a dimostrazione della scarsa collaborazione del gruppo riguardo le decisoni da prendere.

Sarà forse questo il motivo per cui alla nostra richiesta protocollata sulla possibilità di poter riprendere le sedute del consiglio comunale con la conseguente diffusione alla cittadinanza, dopo un parere personale favorevole del sindaco Fasoli, di cui apprezziamo la disponibilità, la giunta ha dato ufficiosamente risposta negativa?

Riguardo l'aumento delle tasse, che ha visto la nostra contrarietà, aggiungiamo che l'amministrazione ha sostenuto di aver compiuto una scelta esclusivamente politica. Lasciamo a voi il commento. Il Sindaco e il Consigliere Gatti sostengono che nei prossimi anni si assisterà ad un calo delle tasse: ci chiediamo come sia possibile tale operazione con l'introduzione nel 2016 della LocalTax e gli ennesimi tagli ai finanziamenti agli enti locali.

Occorre poi che la cittadinanza venga a conoscenza del fatto che la rescissione da parte dell'Amministrazione comunale della collaborazione con il Comitato per la Pace e la Cooperazione non comporta alcun risparmio considerevole sul bilancio comunale. Pura iprocrisia far passare l'informazione che attraverso un risparmio di 2500 euro si possano intraprendere altre iniziative verso i mandellesi, con slogan come “Prima i Mandellesi", quando con un'oculatezza cinica e affilata si sono già andati a tagliare servizi sociali come Orientamento dei ragazzi verso le scuole superiori e il mondo del lavoro. Proprio quest'ultimo, in un momento di sbandamento e crisi economica, sarebbe dovuto essere riorganizzato e ristrutturato, magari attraverso l'introduzione di strumenti come l'autoconsultazione, le attività formative, psicopedagogiche e attitudinali in un'ottica di Youth on the move. Cancellato inoltre il corso d'Italiano per stranieri adulti..

A tal proposito si sottolinea quanto sia fondamentale dare la possibilità a chi voglia integrarsi di poter seguire un percorso di formazione e di integrazione che renda più facile ottenere il documento ufficiale necessario ad assicurarsi il permesso di soggiorno. Inoltre poniamo all'attenzione della cittadinanza come a riguardo sia stata fatta confusione nella struttura sociale dell'amministrazione, in quanto si nota una discrasia tra quando richiesto nell'ODG del consiglio comunale e quanto appare nelle relazioni presenti nel Bilancio di previsione che esplicitano la conferma di Mandello all'interno del comitato.

Non crediamo al coperchio voluto mettere dal generoso sindaco nei confronti del proprio assessore; chiediamo invece una maggior attenzione e professionalità nello svolgimento dei ruoli, nel rispetto della cittadinanza che resta l'unico soggetto a cui rendere conto. Per concludere vorremmo sottolineare come la popolazione di Mandello si vedrà calare dall'alto opere pubbliche senza una vera e democratica consultazione popolare riguardo la necessarietà, l'utilità e la destinazione degli investimenti.

Nella speranza di poter in futuro congratularci e fare gli elogi a questa amministrazione, riteniamo pertanto opportuno sottolineare e riportare alla cittadinanza quello che succede all'interno delle istituzioni locali a fronte sopratutto della roboante vittoria dell'attuale maggioranza alle scorse elezioni.

Torna su
LeccoToday è in caricamento