rotate-mobile
Morto in vetta / Pagnona

La vita spezzata di Alessandro, morto a 21 anni sul Legnone

La montagna più alta della nostra provincia non ha lasciato scampo al giovane di Saronno, amante delle nostre vette

Non era la prima volta di Alessandro Bisi, 21enne di Saronno (Varese), sulle nostre vette. Ma quella iniziata il 3 gennaio sul monte Legnone, in Alta Valsassina, è stata l'ultima ‘scorribanda’ della vita sui monti lecchesi: il corpo senza vita del giovane è stato ritrovato nel pomeriggio di mercoledì 5 gennaio dopo quasi 24 ore di ricerche ininterrotte, con un ingente dispiegamento di uomini e mezzi. È stato individuato alla base del canale Ovest, zona a 2.100 metri sorpassata lunedì durante un'escursione solitaria, al termine della quale aveva dormito in tenda; poi, la caduta, probabilmente dalla cima, e, nel pomeriggio di martedì, la chiamata dei genitori al 112, numero unico per le emergenze.

Le operazioni di recupero della salma, come comunicato dal servizio regionale lombardo del Soccorso alpino, sono rese complicate dal persistere di condizioni meteorologiche avverse, tanto che intorno alle 16.30 di mercoledì erano state interrotte. Purtroppo il Legnone si conferma una montagna che è sin troppo spesso teatro d'incidenti mortali: l'ultimo era avvenuto solo il 2 ottobre.

soccorso alpino recupero legnone 5 dicembre 20214-2

Il saluto 

I profili social del giovane scalatore sono stati riempiti da alcuni messaggi di saluto: qui compaiono due fotografie scattate tra Grignetta e Magnodeno, due cime molto note del territorio lecchese che durante il 2021 erano state visitate da Alessandro.

Le squadre coinvolte

Sulle tracce del giovane, sin da martedì pomeriggio, si sono portati gli uomini dei Vigili del fuoco del comando di Lecco con squadre Saf (Speleo alpino fluviale) specializzate a muoversi su terreni impervi e ghiacciati, squadre Tas (Topografia applicata al soccorso), squadre Sapr (per ricerca con droni), squadre Dedalo (ricerca di segnali telefonici anche in assenza delle copertura telefonica). Presenti anche le squadre della XIX Delegazione del Soccorso alpino e il Soccorso alpino Guardia di finanza.

Nella mattinata di mercoledì, appena le condizioni meteo - tra pioggia, neve e vento forte - lo hanno consentito, si è alzato in volo l'elicottero Drago con cui è stata perlustrata la zona ed è stato portato in quota il contingente di soccorritori. Intorno all'ora di pranzo, purtroppo, il rinvenimento del cadavere e l'inizio delle operazioni di recupero.

Il "Drago" impiegato a Pagnona

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La vita spezzata di Alessandro, morto a 21 anni sul Legnone

LeccoToday è in caricamento