menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luca Caremi, assessore alla Sicurezza del Comune di Calolziocorte.

Luca Caremi, assessore alla Sicurezza del Comune di Calolziocorte.

Clandestino espulso a Calolzio, ora il Comune pensa di adottare il Daspo urbano

La presenza dell'uomo è stata segnalata da alcuni genitori che lo avevano visto vagare nel parco vicino alle scuole. L'assessore Caremi: «Massima attenzione alla sicurezza»

Clandestino espulso dopo le segnalazioni di alcuni genitori che avevano notato l’uomo vagare nei pressi di una scuola. Il fatto è avvenuto l'altro pomeriggio a Calolziocorte. I cittadini che accompagnavano i propri figli nell'istituto hanno così chiesto controlli, subito effettuati dalla Polizia locale di Calolziocorte che ha raggiunto l’extracomunitario nel parco Allende, nei pressi delle elementari e delle medie di Foppenico. L’uomo ha collaborato con gli agenti senza porre alcuna resistenza. Sembra inoltre che non avesse mai creato problemi e che alcuni residenti della zona gli avessero portato da mangiare. Di fronte alla richiesta dei documenti è risultato però sprovvisto del permesso di soggiorno. Condotto in Questura, dopo ulteriori verifiche è emerso che il diretto interessato non era in possesso dei titoli per poter rimanere in Italia. Sono quindi scattate le procedure per la sua espulsione in quanto clandestino sul territorio nazionale.

Un drone in volo su Calolzio per la sicurezza

«Abbiamo ricevuto la segnalazione da parte di alcuni genitori e abbiamo subito effettuato i controlli necessari - conferma Luca Caremi, assessore alla Sicurezza del Comune di Calolziocorte - Ora come Amministrazione stiamo valutando l’adozione del Daspo urbano. Si tratta di uno strumento già in uso in altri comuni e utile per poter allontanare dal territorio cittadino coloro i quali si dovessero rendere autori di comportamenti di disturbo o disagio rispetto alla sicurezza e alla quiete pubblica. Contiamo di dotarci del Daspo urbano nel giro di qualche settimana. Intanto in questi giorni ne parleremo con il comandante Andrea Gavazzi e il sindaco Marco Ghezzi, anche allo scopo di inviduare le aree specifiche dove attuare i controlli, come richiesto dalla normativa». Molto probabilmente si tratterà della zona della stazione e di alcuni parchi cittadini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Attualità

Lecco e la Lombardia da oggi tornano in zona arancione: in vigore nuovi divieti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento