menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Addio all'ex sindaco di Premana Giovanni Fazzini

Aveva ricoperto anche le cariche di consigliere provinciale e presidente di Silea. Il commosso ricordo del direttivo di Libertà e Democrazia di Lecco: «Giovanni è stato un maestro di vita, un uomo mite sempre pronto a trovare soluzioni»

Commosso addio a Giovanni Fazzini. L'ex sindaco di Premana e consigliere provinciale si è spento all'età di 77 anni. Tra i ricordi più sentiti quello del Direttivo di Libertà e Democrazia di Lecco, l'associazione culturale-politica nata dopo la fusione della Margherita nel PD, che lo stesso Fazzini ha contribuito a fondare.

Lutto a Valmadrera: si è spento l'ex primo cittadino Mauro Panzeri

«Partecipiamo con commozione al dolore dei familiari per la scomparsa di Giovanni, e ricordiamo le diverse cariche da lui ricoperte con autorevolezza e impegno, da sindaco di Premana, dove ricevette il cardinale Albino Luciani poco prima di diventare Papa, a Consigliere Provinciale in diversi periodi delle Province di Como e Lecco, a Presidente del Consiglio Provinciale di Lecco, oltre che Presidente di Silea per numerosi anni - dichiara il direttivo di LED - Prima di ogni Consiglio Provinciale di Lecco, come Presidente Fazzini leggeva un articolo della Costituzione, quasi a ricordare a ognuno il ruolo istituzionale ricoperto e il dovere di rispettare in ogni momento e in ogni incarico la Carta Costituzionale. È stato un grande maestro nella vita, a scuola, come lo è stato per tanti, maestro nella politica, per la rettitudine e il rigore morale che aveva come amministratore. Era un uomo della mitezza, dell’ accordo, del trovare una soluzione, uomo mite, aggettivo certo non consono alla politica attuale, che non significa arrendevole, ma convinto che i problemi si risolvessero dentro le sedi delle istituzioni e non sulle polemiche o sulle provocazioni. Ha condotto tanti di noi più giovani a conoscere e amare Premana, il suo dialetto, le sue tradizioni, il Coro Nives portato a cantare al Concerto di Natale della Camera e ci piace immaginarlo e salutarlo mentre ci guarda da lassù dove ha incontrato il Toni Bellati, discute con passione di politica e pensa di mandare qualche messaggio magari per un prossimo numero de “Il Corno”. Giovanni Fazzini è stato soprattutto un uomo vero in politica, per il quale valeva la competenza, la passione e la parola data. Grazie Giovannino».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento