Cronaca

Nuove multe per abbandono di rifiuti. De Capitani: «Sono tre neopescatesi, così impareranno»

Il sindaco sceriffo subito all'opera al rientro dalle ferie all'insegna della tolleranza zero: "analizzati" gli scarti e trovati i riferimenti dei responsabili. Sanzioni di oltre 100 euro

Dante De Capitani, sindaco di Pescate.

Appena tornato dalle ferie il sindaco “sceriffo” Dante De Capitani ripropone la tolleranza zero "Made in Pescate". Già tre le multe elevate negli ultimi due giorni in paese per abbandono di rifiuti sul territorio comunale. Ancora una volta i responsabili sono stati individuati dopo la verifica degli scarti e l'apertura dei sacchi dove sono stati trovati documenti e carte con i dati dei diretti interessati. Una “leggerezza imperdonabile” grazie alla quale comandante e agenti sono riusciti a risalire a tre neo pescatesi che ora, secondo il sindaco, impareranno a rispettare le regole.

Stradini "investigatori" a caccia di cartacce abbandonate per scovare chi sporca

«Appena rientrato da quattro giorni di vacanza al mare, ho già elevato tre sanzioni in due giorni per violazioni del regolamento di polizia urbana - fa sapere lo stesso Dante De Capitani, che ricopre anche la carica di comandante del servizio di Polizia locale congiunto Pescate Garlate - La prima è relativa all’abbandono di un sacco di rifiuti all’'inizio del parco Addio Monti, all'interno del sacco c’erano i riferimenti civici di una persona che è stata prontamente individuata. La seconda e la terza sanzione sono invece riferite all’abbandono di cartacce al parcheggio dove si trova la casetta dell’acqua, e su un marciapiede. Peccato per i trasgressori che erano buste con scritto l'indirizzo di casa e un cartone abbandonato che conteneva a sua volta riferimenti e indirizzo. A tutti e tre ho elevato una sanzione pari a 100 euro, più spese di notifica».

Le tre persone multate abitano in paese. «Mi spiace solo constatare che tutti e tre i trasgressori sono pescatesi, anche se da poco residenti da noi - tiene a precisare il sindaco - Evidentemente non hanno ancora ben compreso che a Pescate vige la tolleranza zero verso questi comportamenti che, invece, difficilmente vengono sanzionati in altri comuni. Ma avranno modo di adeguarsi a suon di multe. A Pescate infatti gli stradini hanno disposizioni di verificare ogni sacco e cartaccia abbandonata e nel caso di chiamarmi sul posto per elevare sanzioni. Questo succede spesso, ma è la prima volta che sanzioniamo tre pescatesi quasi in un colpo solo». Residenti, non residenti (e aspiranti residenti), sono avvisati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove multe per abbandono di rifiuti. De Capitani: «Sono tre neopescatesi, così impareranno»

LeccoToday è in caricamento