Spaccato il vetro di un'altra auto, «Vandalismo immotivato che lascia senza parole»

Il fatto è avvenuto nella frazione del Pascolo a Calolziocorte. La proprietaria del veicolo: «Sono senza parole, tra l'altro non c'era nulla da rubare». Di recente si erano verificati episodi simili a Vercurago e nei rioni alti di Lecco

La Fiat Punto con il vetro spaccato. Il vandalismo è stato compiuto nel posteggio vicino alla chiesa del Pascolo.

«Non capisco perchè hanno danneggiato così la mia auto spaccando il vetro posteriore. Non mi hanno rubato nulla. All'interno c'erano solo i seggiolini dei bambini, non soldi o altri beni di valore. Mi chiedo quindi il motivo di questo gesto che mi lascia senza parole». Questa la testimonianza di una mamma calolziese, Gily Berisa, che questa mattina, martedì, ha parcheggiato nell'area di sosta vicino alla chiesa del Pascolo, a lato di via Cavour. Tornata al veicolo, una Fiat Punto bianca, ha trovato la brutta sorpresa.

Altre auto danneggiate dai vandali, rabbia a Vercurago

Un episodio vandalico a dir poco spiacevole che conta purtroppo alcuni precedenti dello stesso genere nella vicina Vercurago dove nelle scorse settimane erano state danneggiate ruote e carrozzerie di altri veicoli. «Più tardi andrò a sporgere denuncia ai carabinieri - continua la donna che abbiamo contattato per farci raccontare l'accaduto - Ringrazio colui che "per puro divertimento - aggiunge ironicamente - ha fatto tutto questo».

Frantumato il vetro di un'altra auto nei rioni alti di Lecco

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Monticello: trovati i due giovani che si sono schiantati sulla rotonda a 160 km/h

  • Monticello: emergono le foto dell'Alfa incidentata. Sul web scatta l'ironia

  • Il manifesto per gli auguri di matrimonio che ha incuriosito tanti calolziesi

  • La calolziese Silvia protagonista di una delle più importanti fiere d'arte contemporanea d'Italia

  • Tragedia a Casatenovo: muore al lavoro nell'azienda agricola

  • Perde il controllo del trattore e precipita nella scarpata

Torna su
LeccoToday è in caricamento