menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il rettile si trova sottosequestro in un rettilario a Casatenovo

Il rettile si trova sottosequestro in un rettilario a Casatenovo

Abbadia: catturato pitone reale

Catturato sabato 31 maggio, il pitone reale, per nulla pericoloso per l'uomo, non è ancora stato reclamato da nessuno

Era stato catturato lo scorso sabato, il 31 maggio, dalla guardia forestale  C.G. in via degli Orti ad Abbadia, il pitone di un metro e venti che ora si trova in un rettilario di Casatenovo, sequestrato dall'autorità giudiziaria, come previsto in casi di questo genere.

Cos'era successo? Da diversi giorni gli abitanti di Abbadia Lariana erano stati allertati da una strana sparizione di pulcini in alcuni pollai della zona e per questo avevano già messo in allerta le guardie forestali. Poi il mistero è stato risolto: durante una seduta di jogging, una donna ha segnalato alla guardia forestale la presenza di un pitone che riposava indisturbato dai passanti. C.G non ci ha pensato due volte ed ha catturato e messo in uan scatola il serpente che, com'è detto, si trova sotto sequestro a Casatenovo. 

Il mistero ora è un altro: a chi appartiene il serpente? Perchè prima di essere catturato si trovava quasi certamente in un terrario termoautonomo e come sia finit oin via degli Orti resta un enigma. Certo il rettile non è pericoloso per l'uomo, non è velenoso, ma si ciba di piccoli animali, siano essi rettili di piccole dimensioni o pulcini, molto probabilmente riuscirebbe ad ingoiare persino un gatto.

Sotto sequestro, il pitone reale verrà rimesso in vendita scaduti i termini previsti dalla legge, ma al suo mantenimento stanno provvedendo, con grande disappunto, gli abitanti di Abbadia poichè trovato nel comune.

Come si dice: dura lex, sed lex.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento