menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donna aggredita da cani sulla passeggiata a lago, intervengono i Carabinieri

Attimi di terrore per una 73enne residente in paese. «Uno degli animali, di grossa taglia, era senza guinzaglio. E non è la prima volta che accade»

Aggredita da due cani mentre cammina sulla passeggiata a lago di Abbadia. È accaduto questa mattina, in un tratto del percorso pedonale a lago tra il Camping e il Parco Ulisse Guzzi. Intervenuti i Carabinieri della stazione di Mandello e la Polizia locale di Abbadia Lariana. 

È la stessa donna vittima dell'attacco, una 73enne residente in paese, ancora molto scossa, a raccontare l'episodio. «Stavo passeggiando con mio marito - ha spiegato - quando all'improvviso un cane di grossa taglia, di colore nero, mi ha puntato. Non sono riuscita a fare niente, me lo sono ritrovato con le zampe sul petto, incattivito. Ho avuto paura, ho preso uno spavento enorme e ho rischiato tantissimo, perché il cane non era al guinzaglio. Come se non bastasse un altro, della stessa proprietaria, quando ha visto la scena lo ha imitato, aggredendomi a sua volta. Il secondo però era legato e la padrona è riuscita subito a richiamarlo».

Shitzu eroe, sbranato per salvare i padroni

Subito dopo l'episodio la 73enne ha avvertito un malessere, ed è stata soccorsa dal marito e dai passanti che di mattina percorrono la suggestiva passeggiata a lago di Abbadia. «Ero molto scossa, ma ho subito chiamato i Carabinieri. Purtroppo non è la prima volta che accade una situazione simile, e sempre con la stessa proprietaria e i suoi cani. Le avevo consigliato di tenerli al guinzaglio, ma non è accaduto e ho rischiato di essere azzannata. Per fortuna non ho riportato ferite».

I militari sono intervenuti prontamente, allertando anche la Polizia locale di Abbadia per ricostruire la dinamica dell'episodio e accertare così le eventuali mancanze della padrona dei cani. «In un primo momento la proprietaria negava la realtà - commenta la donna - poi ha ammesso che uno dei suoi cani era libero. Non mi interessa sporgere denuncia, quello che voglio, e che ho spiegato anche ai vigili, è che non bisogna più permettere ai conduttori di cani, specie di grossa taglia, di portarli a passeggio senza il guinzaglio in questi luoghi pubblici e affollati». Una cattiva abitudine, purtroppo, imitata da molti proprietari poco coscienziosi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

A lezione fino al 30, esami di maturità orali il 16 giugno e apertura in anticipo: cosa vogliono fare Draghi e Bianchi sulla scuola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento