menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tavolo finito in acqua (foto da Facebook)

Il tavolo finito in acqua (foto da Facebook)

Vandalismi su panche e tavoli: il Comune di Abbadia valuta il Daspo urbano

L'Amministrazione del sindaco Azzoni impegnata a contrastare i sempre più frequenti episodi alla Poncia: per il futuro anche l'ipotesi videosorveglianza

Ad Abbadia è ormai diventata una triste e pessima abitudine: spostare i grossi tavoli di legno del Parco Ulisse Guzzi, arredo urbano, a proprio piacimento. Dal prato alla passerella, dalla passerella in spiaggia e - qualche giorno fa - addirittura nel lago.

Residenti, ragazzini, turisti, bagnanti della domenica: non importa chi sia il responsabile di questi veri e propri vandalismi, l'Amministrazione comunale metterà in campo tutti i mezzi a disposizione per individuare i responsabili e impedire che lo scempio dell'arredo urbano continui in futuro. Un mese fa il sindaco Roberto Azzoni aveva emesso un'ordinanza sul decoro urbano con l'obiettivo di "sensibilizzare" i fruitori delle spiagge. Ma, evidentemente, non basta.

Abbadia: ordinanza del sindaco per il decoro urbano

Dopo l'ultimo episodio, segnalato al Comune da alcune cittadine, il tavolo finito in acqua è stato ricollocato nella sua sede. «Abbiamo "beccato" le persone che potrebbero aver commesso il fatto ma purtroppo non in flagranza - spiega l'Amministrazione dalla pagina Facebook del gruppo "Progetto Abbadia" - Li abbiamo invitati ad aiutarci a sistemare il tutto. I tavoli nella prossima settimana verranno "fissati" al terreno. Purtroppo buona parte dei tavoli, in conseguenza dei continui spostamenti, versa in cattive condizioni». 

Nei prossimi giorni verrà presentata denuncia ai Carabinieri, contro ignoti non essendoci certezza di chi abbia commesso il vandalismo. Per la prossima estate, comunque, il Comune di Abbadia potrebbe intensificare i controlli: si pensa all'installazione di un impianto di videosorveglianza e, se necessario, alla possibilità di emettere "Daspo" urbani per chi venisse colto in atti di vandalismo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento