Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca

Abolito il tesserino per la raccolta funghi, Signorelli: "Bene, ma la Comunità montana perde altre risorse"

L'attività quest'anno è gratuita ma restano invariate le regole generali su periodo, quantitativi e pulitura

Nessun tesserino è necessario per la raccolta funghi nel 2015. Ad annunciarlo è la Comunità montana della Valsassina, Valvarrone, Val d'Esino e Riviera, a seguito di numnerosi quesiti da parte degli appassionati. E c'è di più: la raccolta è totalmente gratuita, specificano sempre dalla Comunità montana, mentre fino al 2014 si versavano le quote da 5 a 25 euro.

Restano invece invariate le regole generali sulle modalità di raccolta relative al periodo, ai quantitativi ammessi e alla pulitura disciplinate al Capo I della L.R.31/2008 “Testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale”. Sono inoltre confermate le limitazioni vigenti nelle aree protette e nelle aree private di pertinenza degli immobili e nelle aree di nuovo rimboschimento.

«Le semplificazioni sono benvenute e auspicate - dichiara il presidente della Comunità montana Carlo Signorelli - ma resta l'amara considerazione che le Comunità montane perderanno queste risorse che venivano reinvestite sul nostro territorio».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abolito il tesserino per la raccolta funghi, Signorelli: "Bene, ma la Comunità montana perde altre risorse"

LeccoToday è in caricamento