Giovani aggrediti al parco della droga: uno accoltellato e ferito a colpi di pistola

I due, residenti nel Lecchese, vittime di una feroce violenza sabato dopo mezzogiorno a Ceriano Laghetto. Indagano i Carabinieri

I Carabinieri sul luogo dell'aggressione (Foto B&V)

Aggrediti nel "bosco della droga", sono ora in gravi condizioni. Protagonisti del drammatico episodio di cronaca due uomini di origine senegalese, entrambi 28enni e residenti nel Lecchese, che sabato dopo mezzogiorno sono stati aggrediti all'interno del Parco delle Groane, una grande area verde tra le province di Milano e Monza Brianza diventata purtroppo tristemente nota come piazza di spaccio a cielo aperto.

La notizia su Milano Today

Gi autori della violenza sono al momento ignoti. I due ragazzi, dopo essere riusciti a raggiungere lo spiazzo sotto il Ponte della Giubiana a Ceriano Laghetto, hanno dato l'allarme al 112, che ha inviato sul posto i Carabinieri e gli equipaggi di due ambulanze e due auto mediche.

Le condizioni di uno dei due, portato in codice rosso al Niguarda, sono particolarmente gravi: è stato colpito da un proiettile alla caviglia destra e ha riportato due ferite profonde - sembrerebbe causate da un machete - a entrambi le mani, oltre a una frattura scomposta dell'omero destro e a tagli superficiali a entrambi le ginocchia. Meglio è invece andata al suo amico, finito in codice verde all'ospedale di Desio con ferite superficiali da arma da taglio. 

Molesta i turisti sul treno e fa a cazzotti con gli agenti: arrestato giovane

Stando a quanto riferito dai militari, i due - che hanno precedenti di poco conto - hanno raccontato di essere stati aggrediti da altri stranieri all'interno del parco, ma non hanno chiarito perché si trovassero lì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • Le regole per Natale 2020: cosa succede con gli spostamenti tra regioni, il coprifuoco e il cenone

  • Coronavirus, la Lombardia chiede la zona arancione dal 27 novembre

  • «Ho investito in sport e prevenzione, sbagliato il lockdown nei confronti di attività come la mia»

  • L'amore trionfa sul virus: si sposa dopo essere stato intubato e aver sconfitto il Covid

  • Ruba un'ambulanza per tornare a casa dal Pronto soccorso

Torna su
LeccoToday è in caricamento