Violenta lite (con accoltellamento) a Colico: chiusa pro tempore la pizzeria dov'è avvenuta l'aggressione

L'alterco sarebbe scoppiato tra due dipendenti del locale nella serata di venerdì 21 agosto

Nella giornata di mercoledì 26 agosto il Questore della Provincia di Lecco Alfredo D'Agostino, su proposta della locale stazione dei carabinieri, ha emanato un provvedimento di sospensione della licenza di esercizio pubblico basandosi sull'ex art. 100 T.U.L.P.S. nei confronti di un’attività di ristorazione rintracciabile a Colico.

Il 21 agosto, infatti, all’interno del locale era avvenuta una violenta lite tra due dipendenti della stessa attività. A seguito dell'alterco uno dei due era stato ferito all’addome e  fatto sanguinare davanti a numerosi clienti, tra i quali figurava anche un bambino; il malcapitato è stato trasportato d’urgenza presso l’ospedale “A. Manzoni” di Lecco, dove gli sono state riscontrate lesioni guaribili in circa trenta giorni.

Locale chiuso per una settimana

La particolare violenza dell’episodio, che ha suscitato allarme per la collettività, ha indotto il Questore di Lecco all’emissione del provvedimento di chiusura, per un periodo di sette giorni, che è stato notificato congiuntamente nel pomeriggio di ieri da personale della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri.

La ricostruzione e la denuncia

Il colpevole del folle gesto, un 39enne di nazionalità marocchina, è stato poi denunciato dai militari. La conferma è arrivata nella mattinata di sabato dagli stessi carabinieri che hanno indagato sul grave fatto di cronaca per stabilire l'esatta dinamica dell'accaduto e le motivazioni che hanno fatto esplodere la lite tra i due colleghi nordafricani, fino al momento in cui il 34enne ha impugnato una lama da cucina ferendo il "rivale" all'addome.

Per colpire il "rivale" ha usato un coltello da cucina

Appena scattato l'allarme, poco dopo le 19, i militari del Comando di Colico sono subito intervenuti presso la pizzeria d’asporto situata in via Nazionale nei pressi della stazione ferroviaria.

Accoltellato durante una violenta lite in pizzeria, 39enne ricoverato in ospedale in gravi condizioni

I Carabinieri, a seguito dei riscontri svolti, hanno verificato che i due stranieri, entrambi dipendenti della pizzeria in questione e residenti in provincia di Sondrio avevano appena avuto una violenta lite per futili motivi. Al culmine dello scontro S.E., 34enne, cittadino egiziano, impugnando un coltello da cucina, ha ferito all’addome il contendente Y.L., 39enne, cittadino marocchino poi trasferito d'urgenza in codice rosso all’Ospedale di Lecco. S.E. è stato rintracciato all'interno dei locali della pizzeria e denunciato alla Procura della Repubblica di Lecco per lesioni personali aggravate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Comunali di Lecco: si va al ballottaggio, a inizio ottobre il nuovo sindaco della città

  • Elezioni, Amministrative di Lecco: iniziato lo spoglio. Exit poll: Ciresa tra il 49 e il 53%

  • Omicidio di Olginate: dopo otto giorni, Stefano Valsecchi si è costituito

  • Entrano in una scuola, interrompono la lezione e sbeffeggiano l'insegnante: denunciati due diciottenni

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • Elezioni Comunali di Mandello: Riccardo Fasoli si conferma sindaco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento