Venne accoltellato sotto casa per i debiti: ai domiciliari l'aggredito

Carlo Piscitiello, 42 anni, sarebbe stato coinvolto in un giro di estorsioni ai danni d'imprenditori ed esercenti del Meratese

Si trova agli arresti domiciliari Carlo Piscitiello, 42enne di Merate accoltellato fuori dalla sua abitazione di viale De Gasperi la sera dell'Immacolata concezione (8 dicembre). Nella mattinata di sabato 21 aprile, come riportato da "La Provincia di Lecco", i carabinieri della locale compagnia hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura della Repubblica di Lecco al Gip, che si sta occupando di un giro di estorsioni ai danni di commercianti e imprenditori del Meratese.

«Mio padre è sceso, poi l'accoltellamento»: dimesso l'uomo ferito sabato notte 

Dai debiti all'estorsione

Come raccontato da Lorenzo Perego per il quotidiano, il protagonista della vicenda è Pasquale De Martino, 35enne di Bernareggio (MB) arrestato nel 2008 e nel 2014 per lo stesso motivo: uscito pochi mesi fa dalla prigione, avrebbe ricominciato a estorcere denaro, probabilmente utilizzando il metodo dei prestiti usurari. Un blitz avvenuto una settimana fa ha rimesso dietro le sbarre De Martino, che si stava recando a Osnago per riscuotere quando richiesto a un esercente della zona; il titolare del bar si era preventivamente rivolto ai carabinieri, che hanno teso l'efficace trappola al 35enne.

Accoltellato fuori da casa a Merate, individuati gli aggressori

I sospetti della Procura si sono così estesi ache a Piscitello, che potrebbe essere stato coinvolto nel giro di De Martino come esattore: l'accoltellato avrebbe avuto la necessità di rientrare del debito contratto e così avrebbe prestato la sua opera per riuscire a procurarsi i fondi con cui saldare le sua pendenza personale. La medesima pendenza che avrebbe dato vita all'episodio di violenza dello scorso dicembre, avvenuto sotto gli occhi della famiglia.

Un terzo arrestato 

La vicenda non si esaurirebbe a Piscitiello e De Martino: i sospetti dei carabinieri si starebbero concentrando su un terzo personaggio residente nel Lecchese, destinatario di una terza custodia cautelare.

«Se non ci paghi, ti picchiamo e ti roviniamo»: arrestati prostituta e il presunto marito 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Crandola Valsassina: trovato morto nella vasca da bagno Vittorio Galluzzi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi, si cerca nell'Adda

  • Gli occhi della Prefettura sul "Cermenati": messi i sigilli con "un'antimafia" al bar del centro

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

  • Bimba nasce prematura in casa, intervento dei soccorsi a Vendrogno

Torna su
LeccoToday è in caricamento