rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca Piazza Armando Diaz

Lecco, dopo il blackout di Acquate il Comune si rivolge all'Autority per l'energia

Il Sindaco Brivio: "Inaccettabile la la mancanza di informazioni e di assistenza alla cittadinanza" per un disservizio durato sedici ore.

Dopo il blackout di ben 16 ore che ha colpito i residenti del quartiere di Acquate lo scorso 23 ottobre, il Comune di Lecco fa sapere di essersi rivolto all'Autority per l'energia elettrica e gas per segnalare l'accaduto.

“Si capisce che per un guasto, se è di una certa rilevanza, sia necessario anche un tempo di intervento molto lungo, non ritengo però accettabile la mancanza assoluta di informazioni e assistenza alla cittadinanza”, questo il commento del Sindaco della città, Virginio Brivio.

L'Autority ora dovrà verificare le eventuali responsabilità di Enel, società erogatrice del servizio, e applicare, se necessario, le sanzioni previste dalla normativa e dai contratti di servizio esistenti.
Il Sindaco invita inoltre i cittadini e le imprese coinvolte a inoltrare a loro volta una segnalazione all’Autority Energia Elettrica e Gas attraverso la mail unitaSPV@autorita.energia.it o la posta certificata  autoritaenergiaelettricaegas.protocollo.mi@pa.postacertificata.gov.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecco, dopo il blackout di Acquate il Comune si rivolge all'Autority per l'energia

LeccoToday è in caricamento