menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cronaca

Addio ad Angelo Bonacina, anima e storia di Mandello

Si è spento a 88 anni un grande protagonista dell'ultimo secolo nel comune lariano tra vita politica, associazionismo e sport

Angelo Bonacina

Se ne è andato, all'età di 88 anni, Angelo Bonacina, grande protagonista della vita politica, associativa e sportiva di Mandello. «Una pietra miliare nella storia mandellese del ventesimo secolo», come è stato definito dalle persone che lo hanno conosciuto e gli hanno avuto voluto bene.

Bonacina, cavaliere ufficiale della Repubblica, a Mandello è stato vicesindaco, a più riprese consigliere e assessore, difensore delle tradizioni popolari, ma anche sostenitore e protagonista dell'associazionismo e dello sport. Fu infatti tra i fondatori della Polisportiva Mandello negli anni Sessanta e in particolare della sezione Atletica negli anni d'oro con il professor Gianfausto Balatti.

Amante e cultore del dialetto

Mandello piange una persona che nel corso di una vita intensa si è lasciata apprezzare per la simpatia, la cordialità, l'integrità morale e la generosità, oltre che per il grande amore verso il comune natio e la sua storia, in particolare il dialetto laghèe, idioma in cui era solito comporre poesie.

Moltissimi i messaggi di cordoglio apparsi in serata sui social network, da persone che avevano avuto occasione di conoscerlo nelle sue innumerevoli vesti. «Con lui ho passato molti anni in Consiglio comunale a Mandello, lui assessore sempre presente e di grande umanità - ha spiegato Lucia Codurelli - Ho un ricordo bellissimo che conservo ancora, ed è grazie sempre a lui, quando lasciai il consiglio di Mandello».

«Dispensava consigli»

«Era un amico, un dispensatore di consigli, di ricordi, di aneddoti. Mancherà davvero», le prime parole del sindaco Riccardo Fasoli. L'ex primo cittadino Riccardo Mariani lo ha ringraziato sottolineando «mi mancheranno le sue parole, le sue poesie, la sua amicizia».

Angelo Bonacina lascia la moglie Rosy, i figli Giordana e Piergiacomo. Toccante il messaggio postato da Giordana sulla propria pagina Facebook: «Ciao papà, ti ritroverò in ogni goccia di pioggia. In ogni sospiro di vento, in ogni raggio di sole, in ogni onda del tuo amato lago e in ogni riflesso dorato della tua adorata Grigna... ti amo alla follia».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio ad Angelo Bonacina, anima e storia di Mandello

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento