menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ubriachi, aggrediscono tre minorenni e una famiglia a Belledo: scattano le denunce

Gli atti di violenza sono derivati da futili motivi e hanno visto il profondo ferimento di un padre di famiglia: ha riportato la frattura del naso, dello sterno e una costola incrinata

Nella notte di sabato 29 agosto, personale della Squadra Volanti è intervenuta in via Turbada, all'altezza della gelateria “Serendipity”, dov'era stata segnalata una rissa tra più persone, tutte di giovane età. Sul posto sono state trovate solo le vittime di una brutta aggressione avvenuta da parte di tre giovani che, per dei futili motivi, avevano deciso di iniziare una lite con quattro minorenni.

40 giorni di prognosi per un padre di famiglia

Dalle prime testimonianze è emerso che gli autori delle violenze, due ragazze, di cui una minorenne, e un giovane di 21 anni, tutti in stato di ebrezza alcolica, si sono avvicinati a un gruppo di quattro minorenni che erano rimasti a parlare tra loro vicino alla gelateria. Dopo alcune battute e sfottò, i tre giovani si sono avventati sui quattro minorenni. Le grida d'aiuto facevano hanno fatto intervenire due coniugi e la loro figlia, residenti sopra la gelateria. Il nucleo famigliare ha cercato di far desistere i tre giovani dall'aggressione, ma sono stati a loro volta travolti dalle violenze. Le vittime si sono quindi recate presso il vicino pronto soccorso dell'ospedale "Manzoni" per le cure del caso: ad avere la peggio è stato proprio il padre di famiglia, che ha riportato la frattura del naso, dello sterno e una costola incrinata, con una prima prognosi di 40 giorni.

Scattano le denunce

Grazie ai primi accertamenti svolti dalle Volanti sono stati individuati e denunciati gli autori della violenta aggressione. Il personale della Squadra Mobile ha immediatamente avviato le attività necessarie per ricostruire i fatti, recuperando i referti e ricevendo le denunce delle vittime al fine di trasmettere tempestivamente gli atti all’Autorità Giudiziaria per eventuali misure restrittive. Il Questore di Lecco ha avviato le procedure per valutare una misura di prevenzione nei confronti degli aggressori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento