menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Foto di repertorio)

(Foto di repertorio)

Aggredito e inseguito per una foto su Instagram: denunciati nove giovani

La minaccia, «rimuovi la story o per te finisce male», poi il pestaggio e la rincorsa fin dentro il giardino della nonna della vittima. Necessario l'intervento di tre Volanti della Polizia

Aggressione ai danni di un ragazzo, denunciate nove persone. L'inquietante episodio è avvenuto nella serata di ieri, martedì 18 febbraio, in Via alla Chiesa a Lecco. Dopo la segnalazione del caso, sul posto è intervenuta la Squadra Volanti della Polizia di Stato.

La vittima ha raccontato quanto accaduto ai poliziotti, facendo presente di essersi recato poco prima a un appuntamento con un conoscente a Lecco di fronte al "parco dell'Eremo" per chiarire un problema sorto tra lui e il fratello del suo conoscente in merito a una pubblicazione su Instagram.

La conversazione, stando a quanto riferito dal giovane, si è presto animata e il conoscente ha cominciato a spintonarlo nonostante le rassicurazioni. Poco dopo è intervenuto anche il fratello del conoscente, che avrebbe minacciato la vittima con la frase «se non togli la storia su Instagram per te finisce male».

Alla risposta del giovane, «la storia si cancellerà da sola fra poche ore», il fratello del conoscente ha lo colpito con un pugno, scaraventandolo sul cofano di un'auto parcheggiata; in quel momento, gli amici dei due, che osservavano la scena incitando il pestaggio, si sono uniti all'aggressione, facendolo cadere a terra e colpendolo con calci e pugni.

Espulso, rientra clandestinamente in Italia: arrestato dalla Polizia nel cuore di Lecco

Il giovane, poco dopo, è riuscito a divincolarsi e a fuggire verso casa della nonna. La vittima ha riferito ai poliziotti di avere udito le voci, le urla e gli insulti dei ragazzi che lo rincorrevano, ma di non essersi mai voltato per terrore. Nonostante sia stato raggiunto da alcuni, la vittima è riuscita a liberarsi e a scavalcare il cancello della casa della nonna, lanciando richieste di aiuto. Due ragazzi hanno continuato a inseguirlo anche all'interno della proprietà privato, costringendo il cugino e la nonna a intervenire e a chiamare la Polizia. Poco dopo, però, i due aggressori si sono dati a loro volta alla fuga.

Sul posto sono intervenute tre Volanti della Polizia. Il gruppo di ragazzi è stato individuato in breve tempo nei giardini di Via dell'Erermo. Si tratta di nove individui, quattro maggiorenni e cinque minorenni, tutti di nazionalità italiana residenti nel Lecchese, accompagnati in Questura e successivamente denunciati all'autorità giudiziaria per i reati di lesioni personali aggravate e minacce in concorso, nonché per violazione di domicilio.

Il consiglio della Questura

La Polizia di Stato - Questura di Lecco ribadisce, in particolare ai giovani, un uso corretto e responsabile di internet e dei social network, al fine di prevenire situazioni e comportamenti come la vicenda occorsa martedì. Continueranno in futuro, su questa importante tematica, gli incontri di formazione nelle scuole a cura del personale specializzato della Polizia di Stato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento