menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredì ragazzo in Via Bovara, 38enne condannato a sei anni di carcere

L'uomo, di Valmadrera, responsabile di tentato omicidio in concorso. Insieme alla compagna, che ha patteggiato quattro anni, ferirono, rischiando di ucciderlo, un 26enne con una bottiglia

Sei anni di reclusione. È questa la condanna inflitta dai giudici del Tribunale di Lecco al 38enne di Valmadrera che il 2 agosto 2017 aggredì con la compagna 22enne, ferendolo gravemente, un ragazzo in Via Bovara.

La vile aggressione in Via Bovara

L'aggressione era andata in scena dopo una lite per futili motivi. Il 26enne era stato picchiato e ferito al collo con una bottiglia spezzata dopo che la coppia aveva tentato di vendergli un monopattino che la vittima credeva fosse stato sottratto a un bambino. Solo il pronto intervento di un giovane libanese che lavora in un esercizio pubblico della via, studente in medicina, aveva permesso di evitare conseguenze peggiori. I due, in stato di alterazione alcolica, erano scappati e arrestati poco dopo dai Carabinieri nei pressi della Canottieri Lecco.

22enne patteggia quattro anni per l'aggressione

L'udienza si è svolta giovedì in Tribunale a Lecco. Acquisite le deposizioni rilasciate dai testimoni durante la fase d'indagine, il collegio giudicante ha inflitto al 38enne una condanna a sei anni di carcere con interdizione perpetua dai pubblici uffici. 

La compagna 22enne, lo scorso marzo, aveva patteggiato una pena di quattro anni (anziché tre e mezzo, come richiesto) in virtù del mancato riconoscimento dei futili motivi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento