Cronaca

Incidente d'auto ad Abbadia: tre anni e mezzo di carcere per il responsabile

Ha patteggiato la pena il 43enne di Cantù che provocò il tamponamento fatale per Alex Consonni

Ha patteggiato tre anni e sei mesi di reclusione N.Z., canturino, che il 26 luglio 2014 provocò l'incidente nella galleria Borbino della Statale 36 in cui perse la vita Alex Consonni, 19enne di Brenna (Co).

La pena, patteggiata nella mattinata di ieri 24 febbraio presso il tribunale di corso Promessi Sposi, non prevede alcun beneficio di legge. 

L'uomo, la sera del 26 luglio, era piombato con la sua auto sulla Peugeot di Alex, incolonnata con altre vetture nel tunnel all'altezza di Abbadia, ferme ad aspettare il termine delle operazioni di pulizia dell'asfalto, su cui era colato dell'olio in un sinistro avvenuto poco prima.

Arrivando a grande velocità, ubriaco, il canturino non aveva frenato in tempo, causando il tamponamento a catena che è costato la vita al 19enne. I reati a lui contestati, omicidio colposo, guida in stato di ebbrezza e lesioni personali, queste ultime causate agli altri automobilisti coivolti nel tamponamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente d'auto ad Abbadia: tre anni e mezzo di carcere per il responsabile

LeccoToday è in caricamento