rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
La scomparsa / Centro storico / Piazza Armando Diaz

Lecco in lutto: è morto il grande artista Alfredo Chiappori

Già consigliere comunale, era stato insignito della civica benemerenza nel 2003

Lecco piange la scomparsa di Alfredo Chiappori. Artista 79enne nato in città, era ricoverato da qualche giorno all'ospedale "Manzoni" di Lecco, dove si è spento. Chiappori si era distinto nel corso della sua carriera principalmente per la sua attività come vignettista. Ma non solo: “Artista poliedrico, già Consigliere comunale di Lecco e Benemerito della città insignito della Medaglia d'Oro nella ricorrenza della Festività di San Nicolò del 2003. Scrittore, pittore, umorista, professore ma soprattutto vignettista di fama nazionale, è stato promotore di numerose iniziative culturali in città e ha conquistato il prestigio nazionale attraverso le sue pubblicazioni e i suoi disegni satirici”, lo ricorda il Comune.

“Oggi Lecco perde uno dei suoi personaggi più importanti, un uomo dal multiforme ingegno, un uomo pubblico fortemente impegnato in ambito sociale e politico, un poliedrico linguista. Il suo incredibile talento lo abbiamo celebrato proprio di recente attraverso il docu-film dedicato alla sua vita proiettato al Nuovo Aquilone, alla presenza di tanti ex Sindaci, in quello che è stato un corale abbraccio della comunità tutta”, commenta la perdita il sindaco di  Lecco Mauro Gattinoni.

“Un grande artista lecchese che ha saputo affermarsi sul panorama nazionale con la sua molteplicità di talenti: questo era Alfredo Chiappori. Allievo di Orlando Sora, il professor Chiappori è stato protagonista di mostre, eventi culturali e della vita del Teatro della Società. Accanto al suo fine umorismo e alla sua satira ardita e pungente, mi piace ricordare quel suo impegno artistico e quel gioco di colori che lo hanno reso unico e indimenticabile”, gli fa eco la vicesindaco e Assessore alla Cultura Simona Piazza. L’Amministrazione comunale ha voluto esprimere “la sua vicinanza alla compagna di una vita Mariarosa, alla figlia Sara con il marito e al nipote Francesco”.

Alfredo Chiappori: la biografia

Alfredo Chiappori è nato nel 1943 a Lecco. Si è diplomato nel 1965 all'Istituto statale d'arte di Fano, si è dedicato per alcuni anni esclusivamente alla pittura, prima di abilitarsi all'insegnamento e tornare nel 1967 alla sua città natale come professore di disegno e storia dell'arte al liceo scientifico. Due anni dopo, sulla scia della contestazione studentesca, comincia a disegnare Up il sovversivo, il suo primo e più famoso personaggio a fumetti.

Pur avendo collaborato a Ca Balà, all'Arcibraccio, alla rivista sindacale Fabbrica e Stato e ad altri periodici, ha pubblicato Up il sovversivo nel 1970, Alfreud nel 1972 e Vado, L'arresto e torno nel 1973. Tutto questo prima che famosi giornali e settimanali si accorgessero di lui. Dal gennaio 1974 collabora ininterrottamente a Panorama con una tavola settimanale che affronta di volta in volta i numerosi spunti che gli offre la realtà politica italiana. Nella seconda metà degli anni Settanta ha realizzato per Feltrinelli una storia d'Italia a fumetti in più volumi.

(fonte: Leggermente)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecco in lutto: è morto il grande artista Alfredo Chiappori

LeccoToday è in caricamento