Cronaca

Dalla Protezione Civile: elevata criticità per rischio neve

E' allarme neve proveniente dal centro monitoraggio con allerta valida da mezzanotte di oggi mercoledì 4 febbraio, fino a venerdì 6, coinvolte Prealpi Orientali e pianure.

Nei prossimi due giorni, in particolare, sono attese precipitazioni nevose anche in pianura. Più precisamente sulla bassa pianura occidentale e Prealpi bresciane accumuli comunque consistenti (fino a 20-30 centimetri durante tutto l'evento), sulla Bassa pianura orientale e sull'Alta pianura accumuli più disomogenei (da pochi centimetri fino a 15 centimetri), poiché la neve, a seguito dello zero termico più elevato, potrà essere talvolta mista a pioggia (Alte pianure), a cui potrà aggiungersi l'effetto del vento forte (Pianura orientale).

La quota-neve sui rilievi alpini e prealpini sarà mediamente a partire da 800 metri circa. La fase acuta è prevista tra le 6 di domani, giovedì 5 febbraio, e le 9 di venerdì 6 febbraio è prevista "la fase acuta" Differenti i livelli di allerta sul territorio regionale: "ordinaria" su Alpi orientali - Alta Valtellina; Alpi occidentali - Valtellina e Valchiavenna; Prealpi occidentali; Prealpi centrali; Alta Pianura orientale; "moderata" su Prealpi orientali; Alta Pianura occidentale; Bassa Pianura occidentale; Bassa Pianura orientale.

Le situazioni di criticità per rischio neve potrebbero essere legate soprattutto a difficoltà, rallentamenti e blocchi del traffico stradale e ferroviario, oltre a possibili interruzioni della fornitura di energia elettrica e/o delle linee telefoniche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Protezione Civile: elevata criticità per rischio neve

LeccoToday è in caricamento