menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disperso sull'Alpe Giumello, escursionista in salvo nella notte

L'uomo, ferito alla testa, si era rifugiato in una vecchia stalla in zona Tremenico

Intervento notturno per i tecnici del Soccorso Alpino nella zona dell'Alpe Giumello, comune di Casargo.

Due escursionisti erano partiti al mattino; poi, mentre si trovavano lungo l'Anello del Monte Muggio, uno - a causa dei carampi - non è più riuscito a proseguire e ha quindi deciso di tornare a valle. L'appuntamento, tra i due, era al parcheggio dove era in sosta la loro auto.

L'amico, però, all'ora stabilita non si è presentanto e l'altro escursionista ha quindi chiesto aiuto.

I tecnici sono partiti e hanno risalito il sentiero percorso dai due, senza trovare però alcuna traccia, e - nel frattempo - è giunta la segnalazione dell'avvistamento di una persona che scendeva in un'altra zona, nei pressi della sponda della Valvarrore - Monte Muggio, verso Tremenico.

Con il supporto di un'altra squadra di tecnici hanno allora raggiunto il posto, tramite la funicolare. Individuate le tracce, sono giunti a un punto morto, da cui non era possibile risalire.

Una squadra è quindi scesa verso Tremenico, lungo una mulattiera, e poco dopo ha ritrovato l'escursionista, che si era rifugiato in una vecchia stalla.

L'uomo, 63 anni di Cantù, era ferito alla testa a causa di una brutta caduta, comunque cosciente. È stato messo in sicurezza e trasportato con la barella fino all'ambulanza, poi all'ospedale in codice giallo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento