menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La chiesetta di Cornisella "accerchiata" dagli alpini

La chiesetta di Cornisella "accerchiata" dagli alpini

Gli Alpini di Pasturo hanno fatto festa in Cornisella

Alcune centinaia di persone hanno partecipato alla giornata di festa presso la chiesetta nella località a mille metri sopra il paese valsassinese.

Una domenica di festa, ma anche di commemorazione, quella organizzata ieri dalla sezione dell'associazione nazionale alpini di Pasturo.

Il momento di maggior partecipazione è stato senza dubbio la celebrazione della santa Messa in cui il parroco, don Antonio, nell'omelia ha ricordato tutti gli alpini scomparsi e ha posto l'accento sul significato delle guerre combattute in passato e su quelle che si stanno combattendo ai giorni nostri, sottolineando come gli Alpini sono stati valorosi combattenti ma anche modello di solidarietà tra le genti.

Durante la celebrazione è stata letta la preghiera dell'Alpino e alla fine, con l'emozione che ha pervaso molti cuori, il corpo musicale Bruno Colombo ha intonato "Signore delle cime" accompagnata dalla voce di tutti i presenti.

Il Sindaco di Pasturo, Guido Agostoni, in un breve intervento ha accennato che nel 2014 ricorre il centenario dello scoppio della Grande Guerra, un avvenimento che ha segnato la storia del nostro paese. "Se analiziamo lo svolgimento delle prime fasi del conflitto - ha spigato il primo cittadino - notiamo che i combattenti erano considerati carne da macello, con la conseguente disfatta. Il cambio di mentalità nella gestione dei soldati, considerati come persone,  avvenuta nel prosieguo del conflitto, ha portato alla solidarietà tra i combattenti, scaturita nella vittoria finale. In questo campo gli Alpini sono campioni - ha concluso Agostoni - come possono testimoniare gli interventi svolti negli anni sia nel nostro territorio che in paesi lontani da noi."

Finita la celebrazione il rancio alpino, con la polenta come piatto principale, ha rifocillato tutti i presenti che si sono goduti finalmente una splendida giornata di sole.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento