rotate-mobile
Cronaca

Alpinisti lecchesi in difficoltà sul Badile in salvo dopo una notte in quota

Un lungo intervento del Soccorso Alpino iniziata nella tarda sera del 22 giugno e conclusosi dopo il mezzogiorno del 23

Un lungo intervento, cominciato a tarda sera e conclusosi dopo il mezzogiorno di oggi, venerdì 22 giugno, quello che ha portato in salvo 2 alpinisti, uno di Calolziocorte e l'altro di Carenno, in difficoltà sul Badile (SO).

I tecnici del Soccorso Alpino sono stati allertati alle ore 23 circa di giovedì 22 dagli amici dei lecchesi che, partiti dalla Val Bondasca per lo spigolo Nord del Pizzo, avevano ritardato il rientro a valle a causa di pioggia, grandine e di alcune "calate" sbagliate.

In campo sono state, quindi, inviate le squadre territoriali della VII delegazione Valtellina - Valchiavenna e l'elicottero, decollato da Brescia per una ricognizione, che non ha dato esito.

"Le comunicazioni erano difficoltose - spiegano dal SASL - e dopo una conversazione in cui i due alpinisti avevano rassicurato sulle loro condizioni, era diventato impossibile sentirli ancora".

I tecnici, temendo potessero trovarsi in difficoltà o in pericolo, sono - quindi - ripartiti e, dopo circa 4 ore di cammino, hanno raggiunto i lecchesi, che, come riporta SondrioToday, sono stati accompagnati a valle, stanchi ma illesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alpinisti lecchesi in difficoltà sul Badile in salvo dopo una notte in quota

LeccoToday è in caricamento