rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Cronaca Via Mentana, 77

Svastiche disegnate sulla sede dei partigiani lecchesi, QLL: «Imbecilli avvolti e accuditi da un clima favorevole»

La sede Anpi di via Mentana è stata imbrattata da ingnoti. L'associazione culturale si schiera a fianco del presidente Enrico Avagnina

Svastiche sulla sede dell'Anpi di Lecco, l'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia con sede in via Mentana. Ignoti hanno imbrattato la targa posta all'ingresso del civico 77 e il muro che si affaccia sulla strada e la scuola media "Don G. Ticozzi".

Il Comune di Lecco sistemerà le lapidi dedicate ai caduti della Resistenza

La difesa di Qui Lecco Libera

L'associazione culturale lecchese ha voluto «esprimere la nostra solidarietà all’Anpi di Lecco, la cui sede è stata oggetto di un imbrattamento notturno con svastiche e incisioni sul muro e sulla targa. Ha ragione il suo presidente, l’amico Enrico Avagnina, quando denuncia con preoccupazione le manifestazioni neofasciste in diffusione o il crescere dell’intolleranza, della xenofobia, del razzismo. L’autore della svastica sarà anche un imbecille, ma il clima che lo avvolge e lo accudisce non deve essere sottovalutato».

Prosegue QLL: «Rivolgiamo un appello al fenomeno della bomboletta: riunisca qualche amico e vada in Erna, dove nell'ottobre 1943 avvenne il primo scontro armato in Lombardia tra le prime formazioni partigiane e l'esercito nazifascista. O al parco 7 marzo 1944, in Corso Matteotti a Lecco, che ricorda le deportazioni delle giovani e dei giovani lavoratori che scioperando si battevano per la pace e per il pane. O a Fossoli, dove l'11 luglio 1944 vennero fucilati insieme ad altri 72 antifascisti quattro nostri concittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svastiche disegnate sulla sede dei partigiani lecchesi, QLL: «Imbecilli avvolti e accuditi da un clima favorevole»

LeccoToday è in caricamento