rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Galbiate / Via Milano

“Legami con la malavita”: il prefetto chiude (ancora) la "Le Chic" di Galbiate

In passato le varie interdittive avevano colpito la pizzeria “Beatles”. Secondo De Rosa è la “continuazione della vecchia impresa”: il conto arriva a quota tre

Le indagini della Prefettura di Lecco tornano in via Milano, Galbiate. L'attività di prevenzione amministrativa antimafia a tutela del sistema produttivo legale svolta dal prefetto Castrese De Rosa ha portato alla chiusura dell’impresa individuale "Le chic di Augusto Gandolfi" che gestisce una pizzeria nel comune lecchese: stando a quanto ricostruito, infatti, “la ricognizione informativa operata ha consentito di ricostruire che l’impresa rappresenta di fatto una continuazione dell’impresa individuale Alcaro Vanessa, a sua volta subentrata nella gestione della Luce srl, entrambe destinatarie di provvedimenti interdittivi antimafia, per la loro riconducibilità alla criminalità organizzata di origine calabrese”.

Spesso, infatti, la "Beatles", che per anni ha operato in quegli stabili, è stata raggiunta da dei provvedimenti simili, l'ultimo dei quali emesso ad aprile. Più di recente, invece, i carabinieri hanno elevato una multa nei confronti del titolare per delle irregolarità su delle posizioni lavorative, sanate in tempo utile per evitare la chiusura temporanea dell'attività. Per portare a termine le operazioni è servito il supporto del Gruppo interforze antimafia, coordinato dalla Prefettura e composto da rappresentanti della Direzione Investigativa Antimafia, Questura, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza.

“Puntuale lavoro”

“Come già è avvenuto in passato, è stata realizzata un’operazione di cosmesi societaria finalizzata di fatto ad eludere fraudolentemente i provvedimenti inibitori legittimamente emessi nei confronti delle predette società - ha commentato il prefetto De Rosa. L’interdittiva, densamente motivata, è giunta al termine di un puntuale lavoro istruttorio frutto di una consolidata collaborazione tra la Prefettura, le forze dell’ordine territoriali e la Direzione Investigativa Antimafia”. Si tratta della quindicesima interdittiva nell’ultimo anno e della venticinquesima negli ultimi 24 mesi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Legami con la malavita”: il prefetto chiude (ancora) la "Le Chic" di Galbiate

LeccoToday è in caricamento