Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Via dell'Eremo

Ubriachi, danneggiano delle auto e mettono a repentaglio il Pronto Soccorso: arrestati due giovani

I due, entrambi 23enne originari del Marocco, sono stati fermati a Civate e portati al "Manzoni" per lo stato di ubriachezza molesta

Nel corso della notte di domenia 7 giugno i Carabinieri della Stazione di Valmadrera hanno arrestato Abdlwalid Malarik, 23enne cittadino del Marocco, residente a Milano, ma di fatto senza fissa dimora, e Salima Biada, 23enne, cittadina italiana originaria del Marocco, residente a Civate. Entrambi noti alle Forze di Polizia, sono accusati di danneggiamento aggravato, violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale ed interruzione di pubblico servizio.

Fermati a Civate, mettono a repentaglio il Pronto Soccorso

I Carabinieri sono intervenuti in Civate, tra via Coppola e via Gilardi, per supportare il personale del 118 impegnato nell’assistenza dei due giovani in stato di alterazione, uno dei quali, poco prima, aveva danneggiato alcune autovetture in sosta. L’intervento dei militari si è reso necessario anche all’interno dei locali del Pronto Soccorso dell’Ospedale "Manzoni" di Lecco dove i due giovani, una volta trasportati dai sanitari, hanno iniziato ad urlare, minacciare ed aggredire i medici, gli infermieri e la guardia giurata in servizio, danneggiando anche il materiale sanitario.

I due 23enni, dopo essere stati contenuti, sono stati arrestati e, nella mattinata di lunedì, condotti presso il Tribunale di Lecco per il giudizio con rito direttissimo. Al termine della seduta il Giudice, nel convalidare gli arresti, ha disposto la misura cautelare della custodia in carcere per il giovane e degli arresti domiciliari per la ragazza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriachi, danneggiano delle auto e mettono a repentaglio il Pronto Soccorso: arrestati due giovani

LeccoToday è in caricamento