"Troppi litigi in famiglia", marocchino evade dai domiciliari per tornare in carcere

Fouad Jaber, classe 1979, era finito agli arresti domiciliari per spaccio di droga nel 2016

Il 22 novembre i carabinieri della Stazione di Brivio hanno arrestato - eseguendo il Decreto di sospensione degli arresti domiciliari disposto dal Magistrato di Sorveglianza di Varese - Fouad Jaber, classe 1979, cittadino marocchino, domiciliato ad Airuno.

Il cittadino marocchino, arrestato lo scorso 5 novembre 2015, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso, era stato successivamente sottoposto, il 23 marzo 2016, al regime degli arresti domiciliari in Airuno, presso la famiglia della sorella.

Lo stesso, nuovamente arrestato il 23 ottobre 2017 per evasione, in quanto sorpreso dai Carabinieri di Brivio all’esterno della sua abitazione, aveva dichiarato di non voler più convivere con i familiari per i continui dissidi, manifestando la volontà di tornare in carcere.

Potrebbe interessarti

  • Rimedi naturali contro le scutigere

  • Come avere i bidoni della spazzatura sempre puliti e igienizzati

  • Rimedi naturali contro le punture di medusa

  • Come lasciare la casa in ordine prima di partire per le vacanze

I più letti della settimana

  • Incidente in moto, senza scampo lo skyrunner Davide Invernizzi

  • Clooney compra casa a Lierna? Il sindaco: «Sarebbe un grande volano»

  • Gravissimo incidente auto-moto a Pasturo, intervento dei soccorsi in codice rosso

  • «Ciao Davide, i tuoi sogni continueranno a correre sulle tue montagne»

  • Una folla commossa per l'ultimo saluto a Davide Lino Invernizzi

  • "Lupin" ricercato in tutta Europa: arrestato dalla Polizia a Lecco

Torna su
LeccoToday è in caricamento