Cronaca

In manette per droga un Vigile di Lecco, rischia il licenziamento

Il dipendente - rende noto il Comune di Lecco - è stato sospeso dal proprio incarico

(foto Carabinieri)

È finito in manette per i reati di coltivazione illecita e detenzione a fini di spaccio di stupefacenti un agente della Polizia Locale di Lecco, Gianbattista Ganzinelli, 48 anni di Dervio.

Il fermo - da parte dei carabinieri di Colico - nella serata di martedì 6 settembre, a conclusione di una specifica attività d'indagine dei militari, che - circa 2 settimane fa - avevano riscontrato la presenza, in località Subiale di Introzzo, di svariate piante di cannabis alte circa 2 metri.

Il ritrovamento ha - quindi - dato il via a mirati servizi di osservazione nella zona boschiva allo scopo di individuare il responsabile della illecità attività.

Ieri - intorno alle 22 - gli appostamenti dei carabinieri hanno dato il frutto sperato, quando un uomo, giunto sul posto, ha estratto una tanica da uno zaino ed ha cominciato ad annaffiare con cura le piante.

Il gesto ha fugato ogni dubbio sulle responsabilità della persona, che fermata dai carabinieri, ha - poi - ammesso di essere il "proprietario" della piantagione, composta da 23 piante, ed è stato - quindi - condotto in caserma.

Il Vigile, nel cui appartamento di Colico sono stati rinvenuti circa 85 grammi di marijuana, un bilancio per le pesature e materiale per il confezionamento, è stato arrestato.

In mattinata, il derviese è stato condotto presso il Tribunale di Lecco per l'udienza, a seguito della quale ne è stato convalidato il fermo, per essere poi scarcerato, in attesa del processo previsto il 28 novembre.

Il Comune di Lecco - in conseguenza del fatto - ha sospeso dal proprio incarico il dipendente ed ha - inoltre - avviato il provvedimento disciplinare, che potrà condurre, considerata la gravità dei fatti addebitati dalla Magistratura, al licenziamento. «Sono state intraprese le misure più decise possibili in modo tempestivo - commenta il sindaco Brivio - tenuto conto del reato ipotizzato, del ruolo del dipendente e del danno di immagine e di prestigio arrecato all'Amministrazione comunale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In manette per droga un Vigile di Lecco, rischia il licenziamento

LeccoToday è in caricamento