Cerca di aggredire i poliziotti e rubare loro la pistola: 21enne immobilizzato con il velcro

Arrestato in flagranza di reato per tentata rapina della pistola, violenza o minaccia a pubblico ufficiale, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. In attesa del Direttissimo, il giudice ha disposto la custodia in carcere

Minaccia e tenta di aggredire prima il personale di Trenord e successivamente gli agenti della Polizia ferroviaria: in manette ragazzo di 21 anni. L'episodio di violenza è accaduto durante il pomeriggio di giovedì, in due distinti momenti: intorno alle 16.30 il giovane, di origine senegalese e cittadino italiano, ha spintonato i dipendenti della Security Trenord, minacciandoli di morte e allontanandosi dopo avere tirato una pedata alla porta di ingresso degli uffici della sottosezione Polfer.

Gli stessi uomini della Polfer Lecco lo hanno rintracciato un paio di ore più tardi in Via Centrone (la stradina che dalla stazione conduce alla rotonda di fronte al liceo scientifico Grassi) riconoscendolo dalla descrizione fornita dai dipendenti della Security Trenord. Sottoposto al controllo, il 21enne si è dichiarato sprovvisto di documenti e subito ha iniziato a manifestare nervosismo; condotto negli Uffici della Polizia ferroviaria, il giovane ha continuato a imprecare e ad agitarsi, minacciando gli agenti con parole oltraggiose. All'improvviso ne è nata una colluttazione in cui il ragazzo ha cercato di colpire i poliziotti con gomitate e manate, tentando inoltre di afferrare la pistola di ordinanza di uno degli agenti. Il giovane è stato bloccato a terra e immobilizzato con fasce di velcro portate da una pattuglia della Squadra Volante della Questura giunta in appoggio. 

Ricercato dalla polizia russa, viene arrestato nel Meratese: giovane russo in stato di fermo

Numerosi precedenti penali

Al controllo in banca dati D.P.A., classe 1998, nato in Senegal e residente in provincia di Lecco, cittadino italiano, è risultato gravato da numerosi precedenti anche specifici e recenti per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento, rapina aggravata, furto aggravato, ricettazione, evasione, oltre a essere sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

È stato dunque arrestato in flagranza di reato per tentata rapina della pistola, violenza o minaccia a pubblico ufficiale, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, in attesa del rito direttissimo. Nella mattinata odierna l'arresto è stato convalidato e il Giudice monocratico ha disposto la misura della custodia cautelare in carcere.      
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 89 casi in Lombardia. Domenica si ferma tutto lo sport anche a Lecco

  • Coronavirus: scuole chiuse nel Lecchese, supermercati presi d'assalto. Al "Manzoni" il contagiato valtellinese

  • Coronavirus: 173 casi in Lombardia, sei decessi. Migliorano le condizioni del giovane al "Manzoni". Treni: -60%

  • In arrivo ordinanza della Regione per chiudere le scuole in Lombardia

  • Coronavirus, nuovo bollettino: quattordici contagiati, MilanoToday intervista il paziente "zero"

  • Nuova interdittiva antimafia del Prefetto: colpiti "Lungolago" e "Tabula Rosa"

Torna su
LeccoToday è in caricamento