Atti persecutori ai danni del suo ex: nei guai una 66enne

I Carabinieri di Besana hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare domiciliare nei confronti della donna, residente a Monticello Brianza

Nel pomeriggio di giovedì 27 agosto i Carabinieri di Besana Brianza (MB) hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare domiciliare nei confronti di una cittadina italiana 66enne residente a Monticello Brianza, vedova, disoccupata, incensurata, resasi responsabile di atti persecutori commessi nei confronti di un 54enne besanese.

L'ordinanza scaturisce a seguito della denuncia presentata dall'uomo e in ragione degli elementi a riscontro raccolti nella perquisizione veicolare e domiciliare durante le quali sono stati trovati e posto sotto sequestro ulteriori prove del delitto in argomento quali manoscritti minatori e abbigliamento utilizzato durante i pedinamenti dell'indagata nei confronti della parte offesa.

Perseguita la sua ex: pluripregiudicato 40enne finisce in carcere

In particolare, la donna, a partire dal giugno 2019, dopo una brevissima frequentazione con l'uomo, si è resa protagonista di numerosi episodi in danno dello stesso e delle persone a lui vicine, tra i quali l'aver richiesto ad alcuni giovani, previo pagamento, di picchiarlo e rubargli il portafoglio, l'aver recapitato costantemente a lui e all'ex moglie, anche lasciandogli all'interno di bottiglie di birra vuote - analoghe a quelle sequestrate - numerosi biglietti manoscritti dai contenuti minatori come quelli rinvenuti a seguito della perquisizione domiciliare nonché l'aver violato e danneggiato più volte la proprietà dell'uomo, venendo trovata in una occasione con indosso i capi di abbigliamento, tra cui un passamontagna fatto a mano, poi rinvenuti a seguito della perquisizione della sua autovettura.

Tutte le notizie da Monza Today

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico investimento sulla direttrice Milano-Lecco: la vittima era scomparsa nella mattinata

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Lecco, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio. Ecco le regole

  • Stroncato da un malore in montagna: Mandello piange Carlo Gilardi

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

Torna su
LeccoToday è in caricamento